Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

mercoledì 24 settembre 2014

LA VITA DI CRISTO (11)


Qualche anno fa, alcuni Genitori Napoletani scrissero una lettera di protesta al quotidiano:
 “ Il Mattino” di Napoli. In una discoteca un Giovane Napoletano aveva perso la vita. 

Quali erano le loro esternazioni? Fra le altre cose scrissero…

“Ogni mattina  ringraziamo Dio di aver fatto rientrare sani e salvi i nostri Figli…"

"Essi ci chiedono solo di divertirsi, e vivere la loro giovinezza com'è normale…"

"Vogliono andare a divertirsi in discoteca, ritrovo per giovani moralmente sani, luogo adatto per incontrarsi e divertirsi…" 

"Che cosa dobbiamo fare? Convincerli a rinunciare alla loro spensieratezza? Le forze dell’Ordine non tutelano i bravi ragazzi, bisognerebbe mettere più polizia davanti alle discoteche…" 

"Le nostre Figlie non possono neanche appartarsi con i loro Fidanzati che sono rapinate e violentate..."




Dove sta scritto che i Figli, a volte anche minorenni, con la scusa del divertimento, debbano uscire di casa la sera e ritirarsi la mattina dopo?

E se i Genitori dei ragazzi che rientrano sani e salvi devono ringraziare Dio, chi devono ringraziare i Genitori dei figli, che all'uscita delle discoteche vanno a spiaccicarsi contro un palo e perdono la vita?

Ma i Genitori sono veramente convinti che le discoteche siano un normale ritrovo e un luogo adatto per Giovani moralmente sani?

Vietare ai Figli, specialmente ai minori,  la discoteca, significa per questi rinunciare alla loro spensieratezza?

Invece di rischiare la vita di altri Giovani poliziotti davanti alle discoteche, non sarebbe meglio aumentare, invece, la protezione davanti alle scuole e agli uffici postali, così da salvaguardare i Bambini dalla droga e i Vecchietti che sono rapinati della loro pensione?

Non sarebbe più opportuno pretendere dalle proprie Figlie di non appartarsi in luoghi isolati e pericolosi con i loro Fidanzati?


Ancora sull'argomento:
http://rideresalerno.blogspot.it/2014/09/e-se-cristo-tornasse-10.html
Posta un commento