Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

sabato 27 settembre 2014

LA SALERNO CHE FU’ ! (13)


Avete bevuto anche voi l’Acqua Minerale Idrolitina negli anni 60’?

Non si trattava altro che di bicarbonato di sodio, mescolato a due acidi, il malico e il tartarico (ricavato dalle mele o da altra frutta). 
A contatto con l’Acqua, base e acidi sviluppavano anidride carbonica, rendendo l’Acqua frizzante; Aveva un leggero retrogusto salino, o un delicato e lontano sentore di limone. 

Era un rito quotidiano sulle tavole degli Italiani, non ancora abituati all’uso dell’Acqua Minerale. L’Idrolitina serviva a rendere un po’ meno triste e monotona l’Acqua del rubinetto. 

Si prendeva una bottiglia piena d’Acqua, si versava la prima bustina, di colore blu, la base, poi, con rapida mossa, quella di colore rosso, gli acidi, che sviluppavano immediatamente l’anidride carbonica. Bisognava chiudere velocemente il tappo automatico, perché si verificava una vera e propria esplosione, un’eruzione violenta da contenere subito per impedire la fuoriuscita di buona parte del liquido. La bottiglia veniva girata su se stessa un paio di volte, per far sciogliere le polveri completamente, quindi era pronta per l’uso.
Non c’erano tanti frigo in circolazione, e l’Acqua, d’estate, si poteva avere più fresca facendola scorrere a lungo dal rubinetto.



Era il simbolo di un’Italia modesta che si arrangiava. Oggi molti sono assuefatti ad altri tipi di bollicine. Bianchi o Rosé! Champagne o Franciacorta! Ottimi spumanti Italiani, o almeno la tanto pubblicizzata Coca Cola…

A quei tempi bastava il frizzantino dell’Idrolitina, per rendere più piacevole, più potabile l’Acqua casalinga e, più allegra la giornata. 

Comunque, a Salerno, dopo qualche anno, finalmente scoprimmo la Vitologatti!

E fu tutta un’altra Acqua!

per altri post su: La Salerno che fu...
http://rideresalerno.blogspot.it/2014/09/la-salerno-che-fu-12.html

Posta un commento