Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

domenica 1 gennaio 2017

SCAVIAMO PER TROVARE GEMME SPIRITUALI: EZECHIELE 18-20


Cosa avete imparato su Geova dai capitoli in programma questa settimana?



Ezechiele 20:3
“ Figlio dell’uomo, parla con gli anziani d’Israele, e devi dir loro: Il Sovrano Signore Geova ha detto questo: Venite per consultarmi? Come io vivo, certamente non mi farò consultare da voi, è l’espressione del Sovrano Signore Geova…"

Gli anziani erano venuti probabilmente a “interrogare Geova”, per mezzo di Ezechiele, ma si mostravano scettici riguardo a ciò che profetizzava. 

Non vorremmo mai cominciare a mettere in dubbio gli avvertimenti divini.

…………………………………

Ezechiele 20:14   
“ Ma agii per amore del mio proprio nome affinché non fosse profanato davanti agli occhi delle nazioni, davanti agli occhi delle quali li avevo fatti uscire…”

Quello che rende sicuro l’intervento di Do nelle faccende umane è il motivo per cui Lui agisce. La Rivendicazione del suo Nome. Togliere il biasimo che da millenni Satana e il suo sistema gli hanno recato.

E oggi il nome di Geova viene biasimato? Pensate ai falsi insegnamenti tipo inferno di fuoco. Pensate al fatto che il suo nome viene nascosto dai capi religiosi. Pensate come viene 
continuamente tirato in ballo nelle guerre umane. " Dio lo vuole! Dio è con noi! " Pensate alle continue persecuzioni contro i suoi Testimoni oggi e i suoi profeti nell'antichità. Il giorno di Geova è inevitabile!

…………………………………

Ezechiele 20:17a
  “ E il mio occhio li commiserava [per trattenermi] dal ridurli in rovina…”

Geova nutriva grande pietà e compassione per gli Israeliti. Li avrebbe voluti aiutare, salvare in qualche maniera…

Ha gli stessi medesimi sentimenti verso di noi oggi. Forse anche noi, ognuno ha la sua piaga dolorosa , abbiamo ancora qualcosa da mettere a posto nella nostra vita, ci sta dando il tempo e la possibilità di farlo_

…………………………………

Quali altre gemme spirituali avete scoperto nei capitoli in programma questa settimana?



Ezechiele 18: 4b  
“  L’anima che pecca, essa stessa morirà…”

Questa scrittura ci aiuta a spiegare alle persone di buona volontà due verità fondamentali. 

1) Non esiste un anima immortale.   2) Siamo responsabili solo dei nostri errori non di quelli degli altri, se i nostri figli scelgono di lasciare Geova, non siamo responsabili per loro.

………………………………

Ezechiele 20:11
“ E davo loro i miei statuti; e feci conoscere loro le mie decisioni giudiziarie, affinché l’uomo che continua a metterle in pratica continui anche a vivere mediante esse…”

La legge fu data agli Israeliti per fare capire loro che da soli non ce la potevano fare. Erano costretti sempre a fare sacrifici animali per essere perdonati. Non era possibile per persone imperfette soddisfare le giuste esigenze di Dio, avevano bisogno del sacrificio di Cristo.




Posta un commento