Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

sabato 13 maggio 2017

SCAVIAMO PER TROVARE GEMME SPIRITUALI: MATTEO 1-3


Cosa avete imparato su Geova dai capitoli in programma questa settimana?



Matteo 2:13
“ Dopo la loro partenza l’angelo di Geova apparve in sogno a Giuseppe e gli disse: “Alzati, prendi il bambino e sua madre e fuggi in Egitto; resta là finché non ti avvertirò io, perché presto Erode cercherà il bambino per ucciderlo…”

Geova può proteggere quelli che gli appartengono. Lo ha sempre fatto.

………………………………………………..


Matteo 2:23
“ E si stabilì in una città chiamata Nazaret, affinché si adempisse ciò che era stato detto tramite i profeti: ‘sarà chiamato Nazareno‘…”

Il nome Nazareno è affine al termine ebraico per “Germoglio”.  Evidentemente Matteo si riferiva alla profezia in cui  Isaia parlava del Messia come del: “Germoglio” di Iesse”, intendendo che il Messia sarebbe stato un discendente di Iesse, il padre del re Davide. 

Geova fa in modo che tutte le profezie della Bibbia hanno il proprio adempimento.

…………………………………………………


Quali altre gemme spirituali avete scoperto nei capitoli in programma questa settimana?



Matteo: 1:20a
“ Ma dopo che ebbe riflettuto sulla cosa …”

La posizione di Giuseppe, dopo essere venuto a conoscenza che Maria la sua giovane fidanzata era incinta,  non fu per niente facile. 

Anche noi, a volte, ci troviamo ad affrontare situazioni intricate e poco chiare. Non prendiamo mai decisioni avventate, prendiamoci tutto il tempo necessario per riflettere attentamente su quello che ci capita nella vita. 

……………………………………………………


Matteo 3: 10
“ La scure è già posta alla radice degli alberi. Ogni albero che non da buoni frutti sarà dunque tagliato e gettato nel fuoco…”

È molto vicino il tempo in cui Geova farà usare la scure contro il “presente sistema di cose malvagio”. 

Produrre buoni frutti oggi, mentre ne abbiamo ancora la possibilità, ci preserverà nel giudizio avvenire.


………………………………………………


Matteo 3:16
“ Dopo essere stato battezzato, Gesù uscì immediatamente dall'acqua; ed ecco, i cieli si aprirono, e vide lo spirito di Dio scendere come una colomba e venire su di lui…”

In che senso i cieli si 'aprirono‘ quando Gesù si battezzò? 

Questa espressione sembra indicare che in quel preciso istante a Gesù tornò alla mente la sua esistenza preumana in cielo. 
Da quel momento in poi fu pienamente consapevole del proprio ruolo nell'adempimento del proposito di Geova relativo alla Sua sovranità e al Regno.




Posta un commento