Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

martedì 2 gennaio 2018

SCAVIAMO PER TROVARE GEMME SPIRITUALI: MARCO 11-12


Cosa avete imparato su Geova dai capitoli in programma questa settimana?



Marco  11:16
“ E non permetteva a nessuno di trasportare oggetti attraverso il tempio…”

Gesù non permetteva che alcuno sminuisse la santità del cortile del tempio usandolo come semplice scorciatoia per portare qualcosa in un’altra parte di Gerusalemme. Era il luogo di adorazione più santo dell'intera terra e desiderava che tale lo considerassero tutti.

Noi vogliamo mostrare la stessa premura, lo stesso attaccamento, non ne vogliamo fare un luogo dove vendere, comprare, andare in bagno se ci troviamo nei dintorni e abbiamo le chiavi, usarlo come deposito per i nostri ombrelli o per le nostre giacche… 

……………………….............

Marco 11:29-30
“ Uno degli scribi che si era avvicinato e li aveva sentiti discutere, riconoscendo che aveva risposto molto bene, gli chiese: “Qual è il primo di tutti i comandamenti?” Gesù rispose: “Il primo è: ‘Ascolta, o Israele: Geova è il nostro Dio; c’è un solo Geova. E tu devi amare Geova tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza…”

Alcuni dicono che per avere l’approvazione di Dio basta non fare del male agli altri, non rubare, non ammazzare…

Sbagliato! La cosa più importante è amare Geova. Questo amore deve coinvolgere l’intera persona, tutte le sue facoltà e le sue risorse. Chi ama Dio farà del proprio meglio per vivere ogni giorno in modo da ottenere il suo sorriso di approvazione.

……………………….........

Quali altre gemme spirituali avete scoperto nei capitoli in programma questa settimana?



Marco 11:7 
“ Portarono quindi il puledro da Gesù, vi misero sopra i loro mantelli, e lui vi si sedette…”

Sulle prime i discepoli non si resero conto che quelle istruzioni avevano relazione con l’adempimento della profezia biblica del profeta Zaccaria. In maniera analoga anche il re Salomone si era recato alla sua unzione cavalcando la progenie di un asino.

Tutto quello che Geova richiede ai suoi servitori di fare ha una sua spiegazione, e se non la comprendiamo al presente, ci sarà chiara sicuramente nel prossimo futuro.

………………………………

Marco 11:13-14
“ Da lontano scorse un fico che aveva le foglie e andò a vedere se vi potesse trovare qualcosa. Avvicinatosi, però, non trovò altro che foglie, perché non era la stagione dei fichi. Allora gli disse: Nessuno mangi mai più frutto da te…”

L’apparenza inganna! Non ci si può fidare delle apparenze, questo non vale solo per le persone, ma anche per gli alberi. 

Queste parole di Gesù e il racconto del fico maledetto dimostrano chiaramente che dobbiamo stare spiritualmente in guardia, perché anche le apparenze, nel campo della religione, possono essere ingannevoli.

………………………………

Marco: 12:15
“Dobbiamo pagare o no?” Accorgendosi della loro ipocrisia, rispose: “Perché mi mettete alla prova? Portatemi un denaro, così che io lo veda”…

Gesù non si fa ingannare dall’adulazione. Capisce che se dicesse: ‘No, non è giusto pagare questa tassa’ si renderebbe colpevole di sedizione contro Roma. Tuttavia, se dicesse: ‘Sì, bisogna pagare questa tassa’ si attirerebbe l’odio degli ebrei, che disprezzano il dominio romano. 

A volte anche a noi fanno domande strane. Quando possiamo dare una risposta breve e intelligente facciamolo, non per chi ha fatto la domanda, ma per chi sta attorno e potrebbe percepire il suono della verità.










Posta un commento