Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

venerdì 12 gennaio 2018

SCAVIAMO PER TROVARE GEMME SPIRITUALI: LUCA 14-16


Cosa avete imparato su Geova dai capitoli in programma questa settimana?



Luca 14:8a
“ Quando qualcuno ti invita a una festa di nozze, non prendere il posto migliore…”

Essere spesso ospiti dei fratelli è una delle benedizioni che ci dà l’appartenenza al popolo di Geova. Vogliamo sempre mostrarci però, ospiti grati e riconoscenti.

…………………....................

Luca 14:28-29
“ Ad esempio, chi di voi, se vuole costruire una torre, non si mette prima a sedere e non calcola la spesa per vedere se ha abbastanza per completare i lavori? Altrimenti potrebbe gettare le fondamenta e poi non essere in grado di finirla, e vedendola tutti riderebbero di lui…”

 Geova ci fa capire come è importante per i suoi servitori non vivere al di sopra dei propri mezzi e delle proprie possibilità.

…………………………….

Quali altre gemme spirituali avete scoperto nei capitoli in programma questa settimana?



Luca  15:4
“ Quale uomo fra voi, se ha 100 pecore e ne smarrisce una, non lascia le 99 nel deserto per andare a cercare la smarrita finché non la trova?  “

Il pastore sicuramente, prima di andare a cercare la pecora smarrita, fa in modo di mettere al riparo e al sicuro le altre novantanove. Non ne avrebbe mai abbandonate novantanove per salvarne una.

……………………….........

Luca 15:8
“ O quale donna, se ha 10 dramme e ne perde una, non accende una lampada e spazza la casa per cercarla attentamente finché non la trova? “   

Quanto valeva una dramma?  Meno di 100 euro. La donna si rallegra per avere cercato e trovato questa dramma. Le persone oggi sono alla ricerca spasmodica di cose materiali, dovrebbero cercare e trovare con lo stesso impegno soprattutto le cose spirituali. Cento euro non danno la vita.

………………………........

Luca  16:31
“ Lui però rispose: ‘Se non ascoltano Mosè e i Profeti, non si convinceranno nemmeno se qualcuno risorge dai morti ’”

Se non ci ascoltano spesso non dipende da noi e non dovremmo sentirci incapaci. Non è mai merito di chi parla ma del cuore di chi ascolta.





Posta un commento