Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

giovedì 19 novembre 2015

SPERIAMO CHE ME LA CAVO 3


E c’è chi ha il coraggio di criticare i Genitori perché insegnano la parola di Dio ai figli! Secondo questo illuminato pensiero, i Genitori dovrebbero preoccuparsi delle cose materiali e della salute del figlio, ma lasciare l’insegnamento religioso alla scuola, alla chiesa, al caso. I risultati di questa modo di pensare sono sotto gli occhi di tutti. 

Cosa sanno i ragazzi di Dio e della Bibbia? Alcuni anni fa un maestro delle elementari, in provincia di Napoli raccolse in un libro alcuni temi redatti da bambini su temi religiosi. Sicuramente è solo la punta dell’iceberg, ma siamo sicuri che si tratti solo di una minoranza?

Tema:  " RACCONTA LA STORIA DI NOE'! "

Al tempo di Noè gli uomini vivevano seicento, settecento e anche ottocentoventi anni. Certi nonni arrivavano pure a mille anni. Però, siccome vivevano molto più di noi, commettevano anche molti più peccati, e la terra di allora stava anche più peggio di quella di ora.



Così un giorno Dio si stufò e pensò di castigare uomini e bestie. Andò da Noè e gli disse in faccia: 
<< Noè tu sei l'unico galantuomo della Terra, gli altri sono inservibili e io li devo punire per forza. Costruisci un'arca e facci entrare tutte le bestie che frequenti, nel frattempo io comincio a mandar giù il primo livello di diluvio. Al secondo livello manda fuori una colomba per vedere come va: se torna asciutta vuol dire che potete uscire, se torna bagnata è ancora presto. >>

Noè non aveva mai costruito un'arca e non poteva neanche domandare in giro, perché se scoprivano il suo segreto ognuno si costruiva un'arca per i fatti suoi e il diluvio non serviva più a niente.
Alla fine però ci riuscì, la costruì a forma di cappello da muratore e ci fece entrare tutti gli animali buoni. Quando il diluvio si asciugò, Noè aprì il portone e andò a fondare una nuova città.

Posta un commento