Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

lunedì 17 settembre 2018

CHE FATICA ESSERE LE MIGLIORI_

Avere il desiderio di sposarsi e non trovare la persona giusta può essere molto frustrante. 

Le Ragazze sono come le mele sugli alberi. Le migliori sono sulla cima dell’albero, ma tanti uomini non vogliono arrivare alle migliori  perché hanno paura di cadere e ferirsi, così si accontentano di raccogliere le mele marce che sono cadute a terra, sono così facili da raggiungere.


Può succedere che le Migliori, le mele che stanno sulla cima dell’albero, possano cominciare a pensare che qualcosa non va in loro, mentre in realtà sono semplicemente meravigliose.

Bisogna invece armarsi di pazienza e attendere che l’uomo giusto arrivi, quello tanto coraggioso da arrampicarsi fino alla cima dell’albero.

Ragazze, non dovete cadere dall'albero per essere raggiunte a tutti i costi da qualcuno, chi avrà bisogno di voi, chi vi ama, chi vi merita, farà di tutto per raggiungervi.

sabato 8 settembre 2018

IO HO IMPARATO CHE…


Io ho imparato che… 

La migliore aula del mondo è ai piedi di una persona anziana.
……………………

Io ho imparato che…

Essere gentili è più importante che avere sempre ragione.
……………………

Io ho imparato che…

Posso sempre pregare per qualcuno, quando non ho la forza di aiutarlo in qualche altro modo.




Io ho imparato che… 

Talvolta tutto ciò di cui abbiamo bisogno è una mano da tenere ed un cuore da capire.
……………………

Io ho imparato che…

Geova non ha fatto tutto in un giorno solo. Come potrei riuscirci io?
……………………

Io ho imparato che… 

E’ l’amore, non il tempo, che guarisce tutte le ferite.
..............................

lunedì 3 settembre 2018

DOMANI POTREBBE ESSERE TROPPO TARDI_


Se sei in lite con Qualcuno, e nessuno dei due fa nulla per sistemare le cose, fallo tu. Può darsi che oggi questa persona voglia ancora essere tua amica, e se non fai qualcosa, forse domani potrebbe essere troppo tardi.
………………………

E se hai bisogno di abbracciare un Amico fallo. Magari lui ne ha bisogno ancora più di te, e se non lo fai oggi, domani potrebbe essere troppo tardi





E se c’è Qualcuno che apprezzi veramente, diglielo. Se lasci che se ne va, o che si allontana da te, domani, potrebbe essere troppo tardi.
………………………

E se vuoi bene ai tuoi Genitori, diglielo oggi, sono lì con te e puoi ancora farlo, domani, potrebbe essere troppo tardi.
...................................


L'unica cosa importante in questa vita è amarsi ora, perché domani potrebbe essere già tardi_




UN RAGAZZO EVOLUTO LO SA_


Un Ragazzo evoluto lo sa che il conto spetta pagarlo a lui. Innanzitutto per una questione di cavalleria. Lo hai invitato tu o ti ha invitato lui?

Dovrebbe farlo anche perché è scontato che quella prima uscita a te è già costata una fortuna in parrucchiere, manicure & pedicure, ceretta, vestito ad hoc, lingerie adatta e profumo irresistibile.

A ognuno il suo. La tua parte è farti trovare pronta se ti viene a prendere, oppure  presentarti all'appuntamento all'orario concordato.

Tu non sei una star, neanche probabilmente vuoi esserlo, e un poco di ritardo se lo aspetta anche lui, ma superare il quarto d’ora d’ordinanza è troppo.
Ogni minuto in più di ritardo verrebbe letto ed interpretato come segno di arroganza e maleducazione. Un clamoroso ritardo invece potrebbe anche farti arrivare trafelata e scarmigliata. Tu non vuoi arrivare sentendoti fuori posto o in difetto, non è vero?



Questo ti potrebbe costringere, una volta arrivata, a perlustrare nervosamente il locale nel tentativo di individuare il tavolo del tuo cavaliere. Potresti anche correre il rischio di non trovarlo più.

Non ti conviene farlo inquietare ulteriormente, ricorda, già deve pagare tutto lui!

domenica 2 settembre 2018

I VANTAGGI DELLA DISOCCUPAZIONE !


Un Uomo si reca al Comune di Napoli per sbrigare una pratica. Arriva alle quattro del pomeriggio e non trova nessuno negli uffici, neppure il Sindaco! C'è soltanto un anziano Usciere nella guardiola. 

L'Uomo chiede:  
<< Scusate, qui il pomeriggio non Lavorano? >>

L'Usciere risponde: 
<< No! Il pomeriggio non vengono, è la mattina che non Lavorano! >>

---------------------------------

Questi sono quelli che Lavorano. E poi  ci sono i Disoccupati…



 La Disoccupazione è Brutta! Ma nelle nostre Zone non è tanto brutta!

Pensate cosa potrebbe significare, che ne so, essere disoccupati a Montecarlo o a Sanremo. Città piene di Banche, strade piene di Ferrari, Bidelli che viaggiano  in Mercedes… 

Essere Disoccupati in quei posti è un vera iattura, un guaio, una cosa complicatissima.

Se abiti in queste Località, se non lavori, sei veramente nei pasticci.
Con chi socializzi? Chi ti consola? Con chi vai al Bar a giocare a carte? Dove li trovi altri nove Disoccupati liberi per la partita di Calcetto?

Solo da noi, per fortuna, si trovano buoni Amici Disoccupati, sempre disponibili, che ti fanno compagnia e che ti possono capire!

Siamo la Terra promessa dei Nullafacenti!



…………………………




sabato 1 settembre 2018

DONNE SULL'ORLO DI UNA CRISI DI NERVI!


Sabati e Domeniche, passati a poltrire sul  divano, quando ci sarebbero decisamente tante cose  più interessanti da sbrigare.
- Un po’ di sanissimo Shopping magari.
Una puntatina all’Ikea per cercare quelle tende, sostituire quel mobiletto…

<< NO! C’è l’anticipo di Campionato. Devo guardare i Gol. Stasera danno il posticipo.
Ho la diretta! >>

<< Caro, allora Andiamo Martedì? Mercoledì?  >> 

<< No! C’è la Champions Ligue! >>

Ma sopporti, ce la fai ancora. Il difficile arriva con l'inizio dei Mondiali di Calcio. 

..................................

Tu ti sforzi di avere pazienza, di rimanere tranquillamente assorta nei tuoi Pensieri. In fondo si tratta di un mese ogni quattro anni. Ti ripeti che ce la puoi fare. E vero poi tra due anni ci saranno gli Europei, ma che ci puoi fare?

Stai fantasticando su quale sarà il tuo prossimo lavoretto in casa o a che punto stai con  l’ultimo progetto all'uncinetto e… 
Grida sguaiate dal Salotto! Si è portato anche gli Amici a casa, il Demente. E rischi un  Attacco Cardiaco. Immagini soltanto cosa possa essere successo di così terribile da giustificare tanto baccano nella tua casa.



E il Cane corre per tutte le stanze terrorizzato, finendo per infilarsi sotto il letto, tra le tue gambe, rischiando di farti cadere rovinosamente.

E la Bimba che avevi così faticosamente messo a letto, piange spaventata…

Entri nel salotto e... 
Cuscini e tutto ciò che stava sul divano, comprese le patatine e le bibite, tutto sparso sul pavimento della stanza. Sette, otto mozziconi di sigarette, per fortuna spenti, attentano il tuo tappeto, neanche persiano! 

E Tu vorresti, Picchiarlo, Sbatterlo fuori di casa, Ammazzarlo o almeno rompergli in testa il Telecomando, buttare la TV dal balcone, chiedere il Divorzio, e il tutto, prima della luce dell’Alba…

Altri post sull'argomento:

http://rideresalerno.blogspot.it/2014/07/coppie-unite-dal-calcio.html

http://rideresalerno.blogspot.it/2013/09/alle-donne-non-piace-il-calcio.html


......................................



venerdì 31 agosto 2018

SENTIRSI BENE E IN FORMA_


Per sentirsi bene e in forma non c’è bisogno di andare in palestra, pensate che:

SPAZZARE E LAVARE I PAVIMENTI:
Tonifica le cosce, le braccia e gli addominali laterali, prima di chinarsi sul secchio bisogna unire le gambe e divaricare le punte dei piedi. Un esercizio di questo tipo aiuta a consumare circa 50 calorie in dieci minuti.

PULIRE I VETRI E SPOLVERARE: 
Se si procede con piccoli cerchi e tenendo il braccio che impugna il panno vicino al corpo, si sollecita l’avambraccio. Esercitando poi una certa pressione sul vetro, si fanno lavorare anche i muscoli pettorali. Spolverare e pulire i vetri per un’ora equivale a consumare circa 250 calorie.



STIRARE: 
Molto importante è regolare al meglio l’altezza dell’asse, se troppo alta costringe a contrarre i muscoli di spalla, braccia e collo, se troppo bassa induce a stare curvi. In due ore e mezza fa smaltire circa 180 calorie.

LAVARE I PIATTI: 
Aiuta ad aprire le spalle e a stare più dritte, è utile soprattutto per i bicipiti. Farlo regolarmente mattino e sera, fa consumare circa 100 calorie al giorno. E se dopo i pasti si passa anche a pulire cucina e fornelli si possono perdere altre 130 calorie.


Scommetto che non lo sapevate, egoisticamente parlando sarebbe meglio non far fare niente agli uomini in casa, e continuarlo a fare Voi.
Ma voi non siete egoiste. Mia moglie non lo è. Vuole il mio benessere e quindi alcune cose le fa fare a me, tipo, passare l’aspirapolvere, lavare i piatti, spolverare, togliere le ragnatele, gettare la spazzatura, lavare i vetri ecc. ecc. Il risultato è che molti fratelli mi chiamano: IL FILIPPINO!

Ultimamente mi parlava anche di come sarebbe bello se imparassi anche a stirare, ma su questo punto ho deciso di non cedere solo per il suo bene, non vorrei che si cominciasse a deperire.



CONSIGLI PER ASPIRANTI FIDANZATI!


Iniziamo col dire che:
Amare se stessi è l'inizio di una lunga storia d'amore. Comunque, se ti innamori di un sorriso, non commettere l'errore di sposare l'intera ragazza.

E Ricordati che:
I brufoli appaiono sempre una mezz'ora prima del tuo appuntamento.

...................................

Attento anche al fattore tempo:
Spesso, se sei in anticipo, al contrario di quello che cantava Mango, lei non verrà. 
Se invece sei puntuale, dovrai aspettare molto a lungo. In compenso, se sei in ritardo, lei se ne sarà già andata da un pezzo. 




 Rammenta: 
Il segreto del successo è nella sincerità. Se impari a fingerla, ce l'hai fatta. E Attento ai regali! Se le regali dei cioccolatini, lei è sicuramente a dieta. Se le regali dei fiori, sarà quasi sempre allergica.

Non ti lasciare ingannare dal cuore, riflettici bene: Tutte le ereditiere sono belle.

E come chicca finale ricorda che: 
Il Libro della Vita inizia con un uomo e una donna in un giardino. E finisce con L’APOCALISSE.

.........................................

martedì 21 agosto 2018

5 ANNI DI: ' BRICIOLE DI DOLCEZZA ' _


Si racconta che quando Frate John entrò nel Monastero del Silenzio il Superiore gli disse: 
<< Fratello, questo è un monastero silenzioso. Tu sei il benvenuto. Puoi rimanere finché vuoi, ma non devi parlare finché non ti do il permesso! >> 



Frate John visse nel monastero un anno intero alla fine del quale il Superiore gli disse:
<< Fratello John, tu sei qui da un anno ormai. Oggi puoi dire due parole! >>

Frate John rispose:  << Pane  duro ! >>

<< Mi dispiace sentirti dire questo! >>  
Rispose il Superiore. 

<< Provvederò io stesso ogni mattina un pezzo di pane fresco per te. >>


Alla fine del secondo anno Frate John fu chiamato nuovamente dal Superiore:
<< Oggi puoi dire altre due parole, Frate John. >> 

<< Cibo freddo! >>  Disse Frate John. 

Il Superiore gli assicurò che in futuro il cibo sarebbe stato più riscaldato. 

Al terzo anniversario al monastero, il Superiore chiamò nuovamente Frate John nel suo ufficio:
<< Fratello John, puoi dire altre due parole oggi. >>

<< Vado via! >>   Disse Frate John. 

<< E` meglio così! >>  Rispose il Superiore. 

<< Da quando stai da noi, non hai fatto altro che lamentarti! >>

...........................................

E tutto questo mentre quella Blogger di mia moglie per l'occasione dei suoi 5 anni di Blog, ha elaborato un menù veloce da fare e buono da assaggiare. Credo di fare una cosa buona e gradita facendovelo conoscere.

Vi capita  mai  di  svegliarvi stanchi, senza energia? Come vi sentite, più o meno così?


Vi capita  mai invece di svegliarvi senza voglia di mangiare niente tutto il giorno? E allora siete come me, posso quindi segnalarvi il post con cui la mia Maria, detta anche 'Briciole di Dolcezza' vi allieterà questa fine estate del 2018_

https://bricioledidolcezza.ifood.it/cinque-anni-di-bricioledidolcezza/




venerdì 3 agosto 2018

LE RIVINCITE DELLA VITA!


La vita a volte offre delle rivincite che tu non ti saresti mai aspettata. E che tu oggi sei cambiata, forse ne faresti anche a meno. Ma prendi tutto quello che ti arriva, perché è giusto così. 
Hai preso l’amaro della vita, ti farà mai male avere anche un pochettino di dolce?

Stai sguazzando su Internet, e cosa ti capita di rivedere? La ragazza pompon, quella che guardavano tutti. Quella senza un filo di cellulite. Quella che piaceva a tutti. Bella, popolare, e tu sognavi solo di essere come lei.

E guarda quest'altra! La bellona dell’università, quella alta, magra, intelligente, quella che stava col ragazzo con cui avresti voluto essere tu. Quella che invitavano tutti, quando si dimenticavano di invitare te. Dai, tutte hanno avuto i loro incubi giovanili!



Ma poi, per fortuna, le hai perse di vista. E invece di vivere di riflesso la loro vita, hai cominciato a
vivere la tua. Pensavi di essere contenta solamente per il fatto di esserti liberata completamente di loro. Che continuassero a godersi la loro vita unica e privilegiata, ma lontano da te.

Ma poi è arrivato Facebook! All'inizio hai avuto timore. Confrontare ancora una volta la tua vita con gli incubi della tua giovinezza, e perdere di nuovo in maniera clamorosa?

E invece sei venuta a conoscere cose che hanno rivalutato tutta la tua esistenza.

Hanno sposato un Fallito! Hanno preso 20 chili!
Hanno due figli brutti! Il Fallito le ha lasciate per una più giovane! Stanno pensando di andare a:
"C’è posta per te!"

Ma quella cosa di cui tu avevi sempre sentito parlare senza dargli tanta importanza?

" La Giustizia è uguale per tutte! "
Ed hai alzato grata agli occhi al cielo!

.....................................

Siamo Velocemente arrivati al Quarto anno dalla nascita di questo Blog. Così ho pensato, per i mesi estivi, di riproporre gli articoli che ritengo più interessanti e piacevoli da leggere di questo primo quadriennio.

Grazie per avere seguito e apprezzato.


Tommy Guariglia


mercoledì 1 agosto 2018

MA I PROVERBI SERVONO DAVVERO?


La Saggezza Popolare raggiunge concetti altissimi con poche parole! E’vero?  Possiamo farci aiutare da qualche Proverbio, pillola di saggezza umana, per prendere decisioni sagge nella vita? La risposta è:

 “ Qualche volta Sì, e qualche volta No! “

In Primis, c’è da dire che i Proverbi sono tanti, e a volte in disaccordo fra di loro, volete un esempio:

“Chi fa da se, fa per tre! ”    Oppure: 
“L’unione fa la forza! ”

Qual' è il Proverbio giusto da seguire? 

A volte i Proverbi però ci azzeccano in maniera quasi miracolosa. 

Pensate al Proverbio: “Chi la fa l’aspetti!”

------------------------------

Un Uomo, a causa di diarree continue, dovette rimanere tre giorni a casa senza potersi allontanare dal bagno. Rimase bloccato quasi sempre a letto, facendosi cure appropriate al suo problema.  


  
Paradossalmente, appena il quarto giorno mise il naso fuori dalla porta di casa, sentì qualcosa di liquido cadergli sulla sua testa, che poi verificò essere: CACCA DI PICCIONE! 

Ecco l'incredibile adempimento del Proverbio:


“ CHI LA FA L’ASPETTI! “


...................................



giovedì 26 luglio 2018

BASTA CON I SOCIAL_


Mi capita, di tanto in tanto, di leggere qualche post in cui l’autore si interroga sulla possibilità o meno di abbandonare Facebook, Google, e varie.

Si può fare, non è la fine del mondo. Vivevamo anche prima dei Social, prima dei computer, prima dei cellulari. Alcuni pensano di lasciare anche per qualche cattiva esperienza avuta nel Web. Anche a me è capitato qualcuno che a qualche mio post, ha ritenuto di fare qualche commento sciocco. 

Comunque se si ritiene di fare questa scelta, l’importante è esserne convinti, perché poi se diciamo lascio, lascio, e poi non ce ne andiamo mai, neanche questo è una cosa positiva per chi ci legge.



Io sono un ragazzo, si fa per dire,  deciso, quando dico una cosa la faccio. E quindi se dico basta è così, non torno indietro. Quindi oggi, siamo al 26 luglio 2018, mi fermo e Basta.

Quindi niente più post sul blog, su Facebook, su Google+, YouTube e varie. Per me è finita!

Basta! Lascio i Social, mi sono scocciato. Io posso continuare a vivere senza i Social, e voi senza di me. Voglio solo andare al mare.



<< Ma non è giusto, perché lo fai, e noi come facciamo, ormai ci eravamo abituati. >>

E vabbè, capisco,  almeno gli ‘Scaviamo’ li continuo a mettere, se no già so che alcuni cominciano a intasarmi la posta elettronica. Ma solo gli ‘Scaviamo’, eh? 

<< Ma non è giusto, perché lo fai, e noi come facciamo, ormai ci eravamo abituati. >>

E vabbè, capisco la situazione, almeno ad agosto posso riposarmi? A Settembre bisogna iniziare il nuovo anno Teocratico, stacco solo un poco.

Sapete cosa disse una volta l’ultimo dei Mohicani?  << Per favore; Aspettatemi! >>

Agosto, social mio non ti conosco!







mercoledì 25 luglio 2018

SONO UN GRANDE ESERCITO_


Così dicono le Sacre Scritture in Salmo 68:11
<< Geova dà l’ordine. Le Donne che proclamano la buona notizia sono un grande Esercito. >>




Ogni esercito che si rispetti ha la sua cavalleria:


Ma non tutte possono predicare a cavallo:


Ma tutte possono farlo con Grazia e Amore:


Il nostro meraviglioso: Esercito della Salvezza!

mercoledì 18 luglio 2018

TRE MOTIVI SERI PER INIZIARE UNA DIETA!


Le Diete per perdere peso, non sono una invenzione moderna. La prima dieta storica di cui siamo a conoscenza, risale al 668 a.C.  

Un atleta Greco, di nome Charmis, un duecentometrista di Sparta, raccontò, dopo una sua vittoria alla 28a Olimpiade, di essersi nutrito, durante gli allenamenti, solo di formaggio, noci e fichi secchi.

A volte però, le diete servono veramente, sono addirittura necessarie. Non se ne può proprio fare  a meno. Diciamo che sono almeno tre i motivi seri per mettersi a Dieta:

1)- Ti svegli una mattina, entri in bagno, sali sulla bilancia e…Non vedi più la bilancia! 

2) Oppure, ugualmente, ti svegli una mattina, entri in bagno, sali sulla bilancia e…  Si sfonda la bilancia!

3) Oppure, fai la prova  specchio e, riflesso, vedi qualcosa del genere…




Invece io, che non ho il problema e, quindi non sono a Dieta, oggi voglio dedicarmi ad approfondire seriamente questo tema scottante:




Quando fa freddo ci vuole qualcosa di scottante!


" Raviolini piccini, facili, e veloci! "

Per informazioni, procedimento ed altro vi rimandiamo al solito grande blog:
http://blog.cookaround.com/bricioledidolcezza/raviolini-piccini-facili-e-veloci/






mercoledì 11 luglio 2018

LA VITA DI CRISTO_ (66)


Noi conosciamo molto della vita e del pensiero di Cristo. I suoi insegnamenti sono stati attentamente esaminati e interpretati nel corso dei secoli. Egli espresse concetti rivoluzionari per i tempi in cui è vissuto e in realtà alcune cose  che disse risultano ancora incomprensibili oggi a molti. 

In un’occasione  usò questa espressione: 
“Verissimamente vi dico: se non mangiate la carne del Figlio dell’uomo e non bevete il suo sangue, non avete vita in voi. Chi si nutre della mia carne e beve il mio sangue, ha vita eterna, e io lo risusciterò nell’ultimo giorno; poiché la mia carne è vero cibo, e il mio sangue è vera bevanda. Chi si nutre della mia carne e beve il mio sangue rimane unito a me, e io unito a lui.”

Quale conseguenza ebbero queste sue parole? Molti dei suoi discepoli, avendo udito questo, dissero: “Questo discorso è offensivo; chi lo può ascoltare?” E il vangelo continua: “Per questo molti dei suoi discepoli se ne tornarono alle cose [lasciate] dietro e non camminavano più con lui. Perciò Gesù disse ai dodici: ‘Non ve ne volete andare anche voi, vero?’ Simon Pietro gli rispose: ‘Signore, da chi ce ne andremo? Tu hai parole di vita eterna;  e noi abbiamo creduto e abbiamo conosciuto che tu sei il Santo di Dio”.


Cosa possiamo imparare da questo episodio della vita di Cristo?

La Bibbia e in particolare i Vangeli sono stati scritti in una maniera così semplice che realmente tutti possono comprendere lo spirito di quello che vogliono trasmettere. Significa questo che ci deve essere tutto chiaro al 100/100?

Ci sono cose scritte nella parola di Dio, e io l’ho letta tante volte, a cui io non sempre riesco a trovare spiegazioni, alcuni versetti, delle frasi, degli avvenimenti, e so anche che Geova l’ha fatta scrivere in maniera tale che chi vuole trovare una scusa per lasciare la verità riesce a trovarla senza problema alcuno.

Faccio solo qualche esempio: 
1)-     La condizione e l’infelicità di tante donne nel periodo in cui Geova tollerò la poligamia praticata anche da suoi servitori;

2)-    Quando leggo agli inizi di primo re le raccomandazioni di Davide a suo figlio Salomone, in cui gli fa un elenco di persone che dovrà mettere a morte, mi viene sempre in mente una scena di un film su soggetto mafia, in cui mentre si festeggiava un matrimonio, nella stesso momento venivano uccise alcune persone su incarico di chi stava festeggiando al matrimonio;

3)-     E certamente per chi ama gli animali veramente, non mi riferisco a quelli che dicono di amare gli animali e poi se li mangiano, risulta difficile comprendere perché Geova abbia a un certo punto dato all'uomo il comando di mangiarli, o perché per tanti secoli nel tempio, per ricevere il perdono Divino, sia stato necessario scannare milioni di animali innocenti.  

Le parole di Pietro: “ Da chi ce ne andremo solo tu hai parole di vita eterna” ci devono indicare la giusta strada, insieme alla consapevolezza che sicuramente in futuro ci sarà tutto più chiaro. 

martedì 3 luglio 2018

LA FOLLE CORSA_ (14)


Ma la Folle Corsa che si è scatenata negli ultimi due secoli e che ha cambiato in peggio la vita  dell’uomo sulla terra, potrebbe significare forse qualche altra cosa? 

L’uomo ha sempre pensato, in tutte le epoche, alla possibilità che il mondo intorno a lui, un giorno potesse finire: Alla Fine Del Mondo!

E in effetti nei Vangeli sono anche riportate delle rivelazioni di Cristo su di un tempo di giudizio finale, un intervento di Dio negli affari umani. 

Una volta Gesù stava rispondendo a una domanda dei suoi apostoli relativa alla sua futura presenza e al termine del sistema di cose o ‘Fine del Mondo’.  Ecco in parte ciò che Gesù rispose, dando dei segni di avvenimenti che avrebbero contrassegnato questa situazione:  
“Sorgerà nazione contro nazione, e regno contro regno; e ci saranno grandi terremoti, e in un luogo dopo l’altro pestilenze e penuria di viveri; e ci saranno paurose visioni e dal cielo grandi segni.” 


I suoi nominali, spesso non autentici seguaci, dopo la sua morte si dimostrarono particolarmente svegli ed attenti su questo argomento. Le informazioni storiche riguardo alla speranza o al timore di quest’intervento Divino sulla terra sono numerose.

I duemila anni che ormai sono passati dalla morte di Gesù Cristo ad oggi sono stati pieni di attesa. Cosa credevano nel passato e, cosa credono oggi sull’argomento 'Fine del Mondo' le persone? 

Seguitemi nei prossimi post sull’argomento_

martedì 19 giugno 2018

LA VITA DI CRISTO_ (65)


Al tempo in cui Gesù Cristo visse sulla terra, a Giovanni il battezzatore, fu tagliata la testa e messa su di un piatto. Cosa aveva fatto di male? 
Il Vangelo di Matteo ci da la risposta:

“ Erode aveva arrestato Giovanni e l’aveva legato e l’aveva messo in prigione a motivo di Erodiade moglie di Filippo suo fratello.  Poiché Giovanni gli diceva: “Non ti è lecito averla”! Comunque, benché volesse ucciderlo, temeva la folla, perché lo ritenevano un profeta.  Ma quando si celebrava il compleanno di Erode, la figlia di Erodiade ballò alla [festa] e piacque tanto a Erode che egli promise con un giuramento, di darle qualunque cosa avesse chiesto. Quindi essa, dietro istigazione di sua madre, disse: ‘Dammi qui su un piatto la testa di Giovanni il Battista’.

Benché se ne rattristasse, il re, per riguardo verso i suoi giuramenti e verso quelli che giacevano con lui, comandò che [le] fosse data;  e mandò a decapitare Giovanni nella prigione. E la sua testa fu portata su un piatto e data alla fanciulla, ed essa la portò a sua madre”.



Qualcuno a volte si è fatta la domanda: di come si comporterebbe la gente se Cristo fosse presente ai nostri giorni. Gesù aveva e ha chiare le idee sui giusti comportamenti morali, su ciò che è appropriato per uno che si professa suo seguace.

Direbbe sicuramente delle cose che a tanti darebbero fastidio. La gente, per lo più, non ama chi dice la verità. Vuole la libertà assoluta, e specie sul campo sessuale vuole fare ciò che vuole. Odia chi mette delle regole.

Molti cercherebbero d’imitare Erode, eliminando chi dice e afferma ciò che è convenevole, ma contrario alla vita comune!

sabato 16 giugno 2018

IL CONTADINO, IL LAMPO E IL TUONO!

 '' E' circa 50 volte più facile essere colpiti da un Fulmine che vincere la Lotteria ''

Insomma può Succedere ma è difficile! A volte capita nelle circostanze più strane. Qualche anno fa Negli Stati Uniti, un fulmine colpì un funerale uccidendo quattro persone!



Cosa si può fare per Proteggersi?
Nel  precedente Post ho scritto di come la categoria a maggior rischio è quella dei Contadini:

http://rideresalerno.blogspot.it/2014/01/il-lampo-e-il-tuono_7.html

 Ma questi ulteriori consigli possono valere proprio per Tutti:

1)- Quando è cattivo tempo, farsi sostituire dalla moglie Contadina.

Infatti gli uomini sono colpiti quattro volte più che le donne, (80% contro il 20%). Sembra che ciò sia dovuto alle proprietà elettriche del Testosterone (ormone maschile), oltre che al fatto che gli uomini svolgono maggiori attività all'aperto.

..................................

2)-  Non cercare un riparo in caso di Pioggia.

Le Strutture, specialmente quelle appuntite come alberi, torri e tralicci, hanno più probabilità di essere colpite dai Fulmini. Quando inizia a piovere, il Contadino Saggio non cerca un riparo. Così si evita il Fulmine, ma non è possibile evitare bronchiti, polmoniti, ecc. ecc. 

...............................

3)-  Avere un solo Piede per Terra.

Se il Contadino vede cadere un fulmine è molto meglio correre che stare fermi, questo permette di avere un solo piede a terra, ma per quanto detto sopra, mai correre verso un Riparo. 

…………………...

4)-   E’ meglio non avere Scarpe di Gomma.

Se i Tacchi sono alti almeno 20 centimetri ci si salva. Ma è meglio il vetro che la gomma. Con Tacchi di 20 centimetri di Vetro, il Contadino sarebbe praticamente al sicuro. Se non indossa queste scarpe è, almeno consigliabile, tenerle in borsa e metterle appena comincia a piovere...

…………….........

Un’altra Idea Valida poteva essere, fino a qualche anno fa, quella di farsi accompagnare sul lavoro da  Roy Sullivan. Quest’uomo chiamato anche:
 “Il Parafulmine Umano”, è stato colpito sette volte da un Fulmine senza gravi conseguenze. 
Camminare con lui era garanzia di sicurezza, tanto il fulmine colpiva sempre lui. Purtroppo è attualmente deceduto per altra Causa.

………………………



martedì 12 giugno 2018

LA FOLLE CORSA 13_


Le speranze generate agli inizi del ventesimo secolo dalla rivoluzione industriale hanno dovuto fare i conti presto con lo scoppio della prima guerra mondiale, seguita dopo pochi anni dal crollo della Borsa di New York avvenuto il 29 ottobre 1929. Questo diede origine alla grande depressione, che toccò il fondo tra il 1932 e 1934, ancora oggi se ne sentono gli effetti. Dal 1929’ un mondo economicamente malato è stato solo rappezzato con rimedi provvisori.  La seconda guerra mondiale e le crisi petrolifere del 1973 e dei mercati azionari nel 1987 hanno contribuito a scuotere ulteriormente il mondo fin dalle sue fondamenta. Tutti i governi della terra hanno oggi i bilanci deficitari.

Anche per l’Aids, a suo tempo, si parlò di catastrofe mondiale. Essa fu descritta come un’epidemia umanocida la cui professione geometrica avrebbe in soli venti anni dimezzato la popolazione mondiale. 




Un’altra  catastrofe planetaria era prevista per la notte tra il 31-12-1999 e il 1-1-2000.
In quel caso si temeva il blocco globale dei computer, seguito poi dalla fine dell’economia mondiale e da milioni di morti per carestie. 

E che dire di quello che si è scritto e letto dell’undici settembre 2001, il giorno a partire dal quale, secondo molti, “il mondo non è stato più lo stesso?”

A questo punto molti attendono la fine di questo mondo, senza però interessarsi del proposito di Dio. Guardano unicamente, con crescente preoccupazione, a quello che succede ogni giorno in un mondo completamente alla deriva.

-------------------------

La Folle Corsa continua, ancora qualche curva, ancora qualche scarpata, e si arriverà al rettilineo finale.

sabato 26 maggio 2018

LA VITA DI CRISTO_ (64)


Anche se è vero che i geni possono contribuire a plasmare la nostra personalità, non ne sono i soli responsabili, è chiaro che ci sono altre concause. 

Un fattore importante è l’ambiente in cui cresciamo, che nei tempi moderni ha subito cambiamenti radicali. Pensate all'influenza che hanno sui giovani d’oggi gli spettacoli a cui assistono e i divertimenti in voga.



 Un libro osserva che è improbabile che i figli sviluppino sani principi morali quando:  “Crescono guardando per decine di migliaia di ore, spettacoli televisivi e film in cui la gente è assalita, presa a fucilate, accoltellata, sventrata, fatta a pezzettini, spellata o squartata. Quando crescono ascoltando musica che esalta stupro, suicidio, droga, alcool e bigotteria”. — ‘Boys Will Be Boys’.

Come fa la gente quando ascolta nei telegiornali quello che accade nel mondo a rimanerne sorpresa? 

Quindi sono gli esempi sbagliati, i genitori poco attenti e desti ai reali bisogni dei figli e i modelli sociali per niente edificanti a perpretare la malvagità nel mondo. 

Gesù Cristo oggi dovrebbe combattere aspramente con la gente non per convincerla a non peccare, ma per convincerla che sta peccando!

martedì 22 maggio 2018

LA FOLLE CORSA 12_


La terra è un pianeta composto da terra ma soprattutto da acqua. Gli stessi esseri umani sono fatti per 80% di questo prezioso liquido.

Eppure incredibilmente un altro problema che per l'uomo sembra irrisolvibile è:
 ” Come continueremo in futuro a procurarci acqua potabile per tutti? "

La verità è che gli uomini credono, con le loro scoperte tecnologiche, di essersi creati una vita ideale e sono terrorizzati dall'idea di poterla perdere all'improvviso per un qualsiasi motivo.

Le sintomi da panico che spesso manifestano, sembrano dipendere dall'assuefazione a un benessere  che fa vivere ogni leggera crisi come un tracollo di sistema, una banale nevicata diventa un collasso sociale. 



Nella cultura materialistica del troppo, ogni piccolo meno figura, nell'immaginario collettivo, come una voragine, come l’inizio della fine. Questo perché la cultura del troppo ha in se il virus della depressione, è fragile, vulnerabile, basta una minima sottrazione delle quantità conosciute a gettare tutti nel panico. 

Insomma, a tutti i livelli, nella loro folle corsa verso il benessere, gli uomini della società contemporanea, sembrano proprio essere messi molto male!


domenica 20 maggio 2018

SCAVIAMO PRIMA_


A volte vi succede di non riuscire a capire perché persone apparentemente di buona cultura, sveglie e anche di spiccata intelligenza, non riescano a capire le verità della Parola di Dio?

Pensiamo a cosa gli è capitato una volta venuti al mondo. Non appena hanno acquistato l’uso della parola e cominciato a fare domande su come sono nati, li hanno riempiti di  stupidaggini, dai cavoli alle cicogne. 

Poi li hanno spediti all'asilo dove hanno  iniziato a ricevere i rudimenti di una visione magica del mondo popolata fra l’altro da  gnomi, befane e babbi natale, per poi continuare in tutte le  scuole nell'ora di  religione, con i santi e i miracoli.

Poi sempre a scuola li hanno costretti a studiare una serie di insegnamenti letterari e filosofici, dagli dei di Omero, alle idee di  Platone, alla  metafisica di Aristotele, ai regni dell’aldilà della  divina commedia di Dante.



Parallelamente il mercato letterario, cinematografico e televisivo, li ha sommersi di storiaccie di  magia e fantasia, da Harry Potter a  Dan Brown, per non parlare delle fiction televisive, sacre e profane, che hanno visto sul piccolo schermo. Il tutto sostenuto da un battage  pubblicitario di recensioni, interventi e dibattiti negli spazi culturali dei  media. 

Quando la Bibbia dice che satana ha accecato la mente significa proprio questo. Dopo essere stati immersi completamente fin dalla nascita in questo mare inquinato, comprendiamo perché è così difficile riportare qualcuno alla verità?

Certo poi ci sono i meritevoli, il grano sotto le zizzanie, allora, forza, bisogna armarsi di pazienza e scavare. E’ un lavoro strano, ma è quello che dobbiamo fare. 

Quando c’è un terremoto, arrivano i soccorsi e si mettono a scavare per cercare di salvare qualcuno che è rimasto sotto le macerie. E questa è la cosa strana. Noi dobbiamo scavare prima che arriva il terremoto! Dopo sarebbe troppo tardi. Ma scavare prima è più difficile. 

Pensiamo ad un terremoto letterale, quelli che vanno a scavare sotto le macerie per portare in salvo qualcuno vengono considerati degli eroi. Se qualcuno andasse a scavare prima che il terremoto butti giù le case verrebbe considerato un cretino.
E' strano quello che facciamo o no?


martedì 15 maggio 2018

I NUOVI MOSTRI_


Lo so, succede. Se nella vita ti capitano delle disgrazie poi è normale che puoi essere di cattivo umore. Se fai un backup della tua vita e ti rendi conto di amare al di sopra di tutti alcune persone, e te ne muoiono due nell'arco di una settimana, ti può capitare qualche giorno che ti senti amareggiato e vedi le cose della vita in una maniera diversa. E colpa tua? E’ colpa di come va il mondo?

E poi esci e ti offrono un volantino in cui leggi che di fronte a casa tua è in programma una mostra internazionale canina. E’ gratis, ci vai, hai bisogno di pensare ad altro. E li trovi un clima festaiolo, bar, grill, sacchi giganti ripieni di croccantini di tutti i colori, bambini entusiasti, tende dal montaggio istantaneo sotto le quali persone armate di pettini e forbici stanno instancabilmente attorno ad un quadrupede meravigliato lui stesso di tanta attenzione. Li lavano, li profumano, li pettinano, li truccano, li massaggiano... 

Allarghi lo sguardo intorno a te, centinaia di cani, migliaia di persone arrivate da tutta Italia. Giudici internazionali arrivati dalle più sperdute regioni di Europa per giudicare il pedigree delle povere bestie, la forma, il colore, il portamento…






             
E tu, invece vieni da un mese horribilis passato in due ospedali in cui hai dovuto lottare con medici ed infermieri ed hai visto spegnersi lentamente due vite umane che amavi forse più di te stesso. Non c’è bisogno di sollecitarli troppo i pensieri, ti vengono in maniera naturale:
<< Ma tutta questa gente che sta qui a pettinare i cani, è possibile che nessuno di essi ha un figlio drogato o un genitore in punto di morte? Nessuno ha un cancro, una malattia infettiva, un piccolissimo problema cardiaco, stanno tutti bene? >>

Ci deve essere una ragione, un perché, una risposta. E poi senti qualcuno dire:
<< Le vedi queste persone? Amano i cani più degli uomini. Se dovessero scegliere chi curare, chi far vivere tra il loro cane ed un essere umano, non avrebbero alcuna esitazione, sceglierebbero il 
cane! >>

E così! Non può essere altrimenti. A casa non guardano la televisione? Lo sanno delle guerre, della fame, delle schiave del sesso strappate da bambine alle loro povere famiglie, dei barconi, dei profughi, dei bambini in vendita ridotti in schiavitù o usati per il traffico degli organi, dei femminicidi, dei pedofili...

Lo sanno benissimo, ma non ci pensano mai, o meglio, non gliene importa niente. Nella loro mente, nel loro mondo, nei loro desideri, nelle loro priorità? l’importante è che stia bene il loro cane. 

La loro ragione di vita? Il motivo della loro esistenza? Quando c’è il prossimo concorso per cani?



domenica 13 maggio 2018

TI RIVELO UN SEGRETO_


A differenza di Lourdes, nota per i suoi presunti “miracoli”, Fatima è nota per i suoi “segreti”. Con questi segreti se la sono menata per decenni, e alla fine hanno deciso di rivelarceli.

Il Primo riguarda una visione Dantesca dell’Inferno, ovviamente descritto come un gran mare di fuoco con demoni e anime in pena. 

Il Secondo cosiddetto segreto rivela la non sorprendente profezia che la prima guerra mondiale sarebbe infine finita, come di solito succede a tutte le guerre, e che se l’umanità avesse continuato a peccare sarebbe scoppiata una seconda guerra mondiale.


Il Terzo segreto comprende un confuso testo apocalittico. Sragiona di una ripida montagna con in cima una grande croce di legno. Di un vescovo vestito di bianco, del quale gli acuti pastorelli ebbero il presentimento che fosse il santo padre, capo della chiesa cattolica che vi arriva vacillante e addolorato, attraversando una città in rovina e piena di cadaveri. E viene ucciso da soldati con armi da fuoco e frecce, in una carneficina di vescovi, preti, suore e fedeli.

Il 13 maggio 2000 Giovanni Paolo II si recò a Fatima per annunciare urbi et orbi, che il terzo segreto aveva previsto il suo attentato del 13 maggio 1981, avvenuto su una piazza spianata in mezzo alla quale c’è un grande obelisco egizio in pietra, insomma a piazza san pietro in vaticano, in una città moderna e festosa, a un  papa che procedeva ritto su un’auto, atletico e benedicente.

Attendiamo la promessa carneficina di vescovi, preti e fedeli. Si fa una terribile fatica a commentare queste incredibili sciocchezze.

sabato 12 maggio 2018

MAMMA TORNA PRESTO_


Mamma è nata nel 1932 da una famiglia trasferitasi da Napoli a Salerno. Sicuramente immagino la sua vita da bambina piena di difficoltà. Durante la seconda guerra mondiale tutta la sua famiglia si rifugiò ad Altavilla Silentina per evitare i bombardamenti. La sua sarà stata una vita semplice, povera, ma credo non infelice. Non era sola, aveva due fratelli e due sorelle, e lei era la penultima. 

Ma poi la guerra finì, e ritornarono a Salerno. Il padre, Salvatore,  era un fotografo e comunque lavorava, aveva però un piccolo difetto, beveva, e la sera andava per osterie, questo causava
ulteriori difficoltà economiche, per fortuna sua madre, nonna Carmela, era una tipa tostissima, e la famiglia andò avanti, e intanto si cresceva. E mia Mamma diventò una ragazza, e poi una donna bellissima.

Io l’ho conosciuta nel 1953’, ed è stato subito un colpo di fulmine. Per molti anni ho creduto che mia Mamma fosse in realtà un angelo sceso dal cielo per rendermi felice. Lei non era solo bella, era tanto buona ed affettuosa con me. Era sempre pronta a difendermi, ricordo tante volte in cui mio padre mi disciplinava e lei si metteva fra me e mio padre prendendosi parte delle mie botte, che forse in parte meritavo anche, ma tanto lei per me sarebbe stata pronta a morire. Questo l’ho capito fin da subito.

Dopo di me sono nati altri cinque figli, e a volte capita che i primi figli vengono trascurati perché i più piccoli richiedono più attenzione. Io non mi sono mai sentito trascurato ed ho attinto tanto dalla sua gioia. Aveva un carattere dolce, solare, era socievole con tutti. Nei primi 25 anni della mia vita lei è stata sicuramente la persona più importante per me. E’ stata una Mamma, un’amica, una confidente, una complice, tutto.
Era instancabile, avvicinabile, ospitale, paziente, comprensiva, era tutto per me.

Quando ho conosciuto la verità, ha avuto appena un attimo di perplessità, ma poi disse:
<< Se mio figlio ha deciso di fare questa cosa, non può essere qualcosa di sbagliato! >>



Lei aveva un solo dubbio per quanto riguardava la religione cattolica, si chiedeva perché si dovessero pagare dei soldi per fare dire le messe in suffragio ai morti. Pensava non fosse possibile che chi aveva i soldi poteva aiutare i suoi defunti e chi era povero no.

Lo studio biblico fatto con i Testimoni di Geova gli fece conoscere realmente Dio, e nel 1979' si battezzò. Naturalmente questo gli procurò una forte persecuzione da parte di mio padre. Lei ha perseverato comunque con l’aiuto di Geova e della Congregazione e la sua fedeltà ha permesso che alcuni miei fratelli oggi sono Testimoni di Geova.

Le sorelle della Congregazione di Salerno se la ricordano negli anno 80’ e 90’ per la sua prontezza ad accompagnarle in predicazione. Mia mamma aveva l’auto e accompagnava tutte, a proposito, non ho mai conosciuto una donna che guidasse meglio di lei. 

Negli ultimi anni, con la morte di mio padre, avrebbe potuto ancora essere tanto d’aiuto alla Congregazione, ma ha cominciato ad avere problemi di depressione e una forma di Alzheimer. Questo le ha fatto perdere parte della sua memoria e le ha tolto il suo meraviglioso sorriso e la gioia di vivere, le sue caratteristiche più belle.

Comunque nei pochi ultimi giorni in ospedale, i medici hanno fatto di tutto per convincerla ad accettare le trasfusioni di sangue, lei si è opposta  decisamente con le ultime forze rimastegli.

Adesso Mamma lo so che non mi puoi più sentire, ma io ti dico lo stesso una cosa:
<< Mamma torna presto. Ma torna TU, quella di prima, il mio  angelo sorridente, io spero con tutte le mie forze di riuscire ad essere li a riaccoglierti fra le mie braccia. >>

ARRIVEDERCI  MAMMA_


giovedì 10 maggio 2018

LA DONNA CON IL PIU’ GRANDE FISICO DEL MONDO!


E questa era la Donna con il più grande Fisico del mondo.



Si sto parlando di Albert Einstein! Chissà quante volte avete sentito parlare della sua famosa Teoria sulla Relatività!

Tempo fa in televisione ci fu un ennesimo servizio su Einstein e sulla Relatività. Radunai tutte le mie facoltà intellettive e mi piazzai davanti al video fermamente deciso a capirci finalmente qualcosa. Ascoltai con attenzione. Niente da fare! 
Qualcosa la capisco ma mi sfugge sempre il significato del tutto. 



Sarà che a me, di questa Teoria della Relatività, non importa proprio niente. 

Secondo il mio modesto pensiero Einstein avrebbe potuto usare il suo tempo in maniera migliore. Ci avrebbe potuto dare la sua versione sul significato della vita. Farci sapere, secondo lui, noi chi siamo, da dove veniamo e dove andremo a finire. 

Io non so se Einstein è stato un Genio, non sono all'altezza di giudicarlo, ma una persona intelligentissima lo era di sicuro.

Quando scappò dalla Germania a motivo del suo essere Ebreo, in America gli chiesero di precisare sul modulo di entrata del paese a quale razza appartenesse. Lui scrisse semplicemente:
 “ RAZZA UMANA! ”

E' Meglio di così non avrebbe potuto proprio rispondere.

...................................

domenica 6 maggio 2018

QUESTA APPARE PIÙ DI ME_


Quando si parla di apparizioni della madonna si pensa di solito a quelle di Lourdes, Fatima e Medjugorje. Ma nel corso della storia ne sono state registrate decine di migliaia. La prima presunta apparizione è datata nell'anno 352’ a Roma. C'era bisogno di “battere cassa” secondo le  cattive abitudini di famiglia, per favorire la costruzione di una grande chiesa, l’odierna basilica di santa maria maggiore.

Anche Giovanni Paolo 2°  sostenne di essere stato salvato dall'attentato del 1981  a Roma  dalla madonna di Fatima. Non si sa come lo ha saputo. Evidentemente la celeste sopraddetta si trovava a Roma in pellegrinaggio e, visto che c’era bisogno delle sue opere pie, si era data da fare per deviare i due proiettili di Ali Agca. Quando sentì il bisogno di ringraziarla però, il pontefice, non si fidò delle capacità itineranti della sua salvatrice, preferì recarsi egli stesso in Portogallo più volte. 


Sorprende tanto l'esistenza di tante madonne che appaiono in luoghi diversi e risultano anche essere tanto diverse fra di loro.

Ai tempi della love story Al Bano- Lecciso ci fu un periodo in cui la Lecciso, anche insieme alla sorella, appariva in tutti i programmi televisivi. Un noto presentatore disse di avere le visioni, continuava a vederla sullo schermo anche quando lo stesso era spento.

Girava anche la storiella che, rimanendo in tema di madonne, quella di Lourdes in quel periodo era incredibilmente arrabbiata tanto che in una occasione riferendosi alla Lecciso affermò:
<< Ma non è possibile, questa appare più di me! >>

martedì 1 maggio 2018

CHE BUGIARDI_


Un prete di un villaggio dell'Europa dell'est aveva compreso bene uno dei  problemi più grandi dei suoi parrocchiani. Erano degli emeriti bugiardi!

 Una domenica alla fine della funzione religiosa si rivolse ai suoi fedeli, se possiamo chiamarli così, e li avvertì:
<< Domenica prossima vi farò un sermone sui bugiardi. Desidero però che prima leggiate a casa, per conto vostro, il capitolo diciassette del vangelo di Marco. >>



Passò la settimana, era di nuovo domenica, prima di iniziare la funzione si rivolse loro dicendo:
<< Fratelli e sorelle, come vi dissi domenica scorsa oggi vi voglio parlare del capitolo diciassette del Vangelo di Marco, chi ha letto il capitolo a casa alzi la mano. >>

Quasi tutti alzarono la mano. I suoi sospetti non erano infondati, conosceva i suoi caproni. Aveva a che fare con una bella accozzaglia di ipocriti e bugiardoni.

 il Vangelo di Marco, si sa,  ha solo sedici capitoli_