Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

mercoledì 25 febbraio 2015

LA VITA DI CRISTO (20)


E che dire invece, della pubblicità che ruota intorno ai raduni religiosi o ai viaggi evangelici del papa? Bene, in questo campo, regnano sovrani gli sponsor, arma letale del nostro tempo. Sono quelli che finanziano queste manifestazioni, per ricavarne in cambio pubblicità. Per esempio, in un viaggio passato del papa in Australia, uno sponsor era una ditta produttrice di birra che ha immesso sul mercato lattine di birra con la mitria del papa. Dal momento che gli australiani sono tra i più forti bevitori di birra del mondo, questa speculazione si è dimostrata redditizia. 

Tra i finanziatori c’era anche una compagnia mineraria australiana ben nota per la sua rigida opposizione alle rivendicazioni terriere degli aborigeni, un punto peraltro che si sapeva, sarebbe stato calorosamente sostenuto dal papa. 
Il fatto che questa sponsorizzazione sia stata approvata è stato considerato insolito. Una religiosa ha espresso apertamente la sua disapprovazione dicendo: 
“Se venisse Gesù, nessuno Lo sponsorizzerebbe. Probabilmente criticherebbe il concetto stesso di sponsorizzazione”. Siamo d’accordo, ma vogliamo eliminare il “Probabilmente?” 



Mesi prima che il papa visitasse alcune città Americane, gli operatori economici cominciarono a vendere oggetti commemorativi della sua visita. Tra le cose prodotte c’erano le magliette. Una di quelle preferite, raffigurava un cane simbolo di una marca di birra, vestito da papa. 
E ancora berretti, maschere, un finto anello papale in plastica dorata con attaccate due labbra rosse:
 “Quando lo baciate,”  diceva il suo ideatore,  “Vi restituisce il bacio!”

Per non parlare degli innumerevoli  poster e fotografie. Era possibile  farsi riprendere insieme a una figura ritagliata del papa a grandezza naturale. 

Cosa farebbe oggi Gesù Cristo vedendo gli uomini fare queste cose? 
Al suo tempo si lamentò che gli Israeliti avevano fatto del tempio del vero Dio a Gerusalemme, usando le sue parole, una “Spelonca di ladroni”. 
Cosa penserebbe dei commerci religiosi nella società moderna? Quante tavole simboliche avrebbe da rovesciare?

E le potenti multinazionali che organizzano e dirigono questi eventi mondani, scambiandoli per convegni spirituali, nel vederlo manifestare la sua giusta indignazione, come reagirebbero?

Se questo non è commercio religioso cosa è???

Per chi ama questi argomenti vedi anche:
http://rideresalerno.blogspot.it/2015/02/e-se-cristo-tornasse-19.html

Posta un commento