Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

sabato 28 febbraio 2015

LA SALERNO CHE FU’ ! (31)


Chi non conosce il cubo di Rubik?
E' stato per anni una fonte di crisi isteriche e di manie. Un muratore inglese, l’ha comprato nel 1982, aveva solo 19 anni. Si è impegnato molto per risolverlo. Infine ci è riuscito, nel 2009 a 46 anni, dopo 27.400 ore di tentativi.


I nostri giochi nella Salerno che fu, zona stadio Vestuti, anni 60', erano molto più semplici:


Lo Scoubidou!
Era un semplice intreccio a sezione quadrata o arrotondata che si realizzava con due cordini, generalmente di diverso colore. Intrecciare questi fili sempre coloratissimi e vivaci è stato un passatempo piacevole per la nostra generazione.

............................................



Le piastrelle tipo bocce!
Era un gioco con regole analoghe a quello delle bocce: i singoli giocatori, lanciavano a turno le proprie piastrelle (spesso di gomma o di materia plastica), generalmente distinte per colore da quelle degli altri, cercando di avvicinarle quanto più possibile a una piastrella più piccola lanciata dal primo giocatore. Era un gioco ideale da fare in spiaggia, sulla sabbia, d’estate.

Giochi semplici per una vita semplice!

Per chi ama gli argomenti della Salerno che fu:
http://rideresalerno.blogspot.it/2015/02/la-salerno-che-fu-30.html


Posta un commento