Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

mercoledì 11 gennaio 2017

LA SALERNO CHE FU’ (90)


Naturalmente io non ho vissuto l’età del fascismo e la conseguente guerra, ma mi sono informato molto sull'epoca. Quella che era la vita nella “Salerno che fu” al tempo del fascismo, lo era nell'Italia intera.

Oggi girando per le città di solito troviamo cose strane scritte sui muri. Tralasciamo le volgari. Ci sono scritte sportive, politiche, con vistosi errori grammaticali, ecc. ecc.

Dicono che negli anni del fascismo c’era maggiore ordine e pulizia, ma i muri venivano comunque imbrattati da scritte strane, e questo naturalmente anche a Salerno. 

Le scritte sui muri, in prevalenti caratteri romani, solitamente ricordavano imperiose il decalogo del buon fascista: 



« Si saluta romanamente! »

« Non si fanno raccomandazioni! »

« Ardisco non ordisco! » 

« Noi tireremo diritto! »

 « Il fascista non usa l’ascensore! »

« Credere obbedire combattere! » 

« Non ci piacciono le scartoffie! »

....................................


Si poteva vincere la guerra? Infatti l’hanno persa!

Per chi ama le storie della Salerno che fu:
http://rideresalerno.blogspot.it/2017/01/la-salerno-che-fu-89.html
Posta un commento