Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

giovedì 16 luglio 2015

“ I HAVE A DREAM! “ (IO HO UN SOGNO!)


Martin Luther King, premio Nobel per la Pace, aveva un Sogno: La fine della segregazione razziale negli Stati Uniti e nel resto del Mondo. 

Quel Sogno fu il motivo  ricorrente di un suo celebre discorso pronunciato a Washington il 28 agosto 1963, davanti a duecentomila persone.
Avevano partecipato ad un marcia per il lavoro e la libertà cento anni dopo il proclama di Abramo Lincoln sull'emancipazione dalla schiavitù.

Cominciò con l'osservare che i neri non erano ancora liberi dalla miseria e dalla discriminazione. Voleva pari opportunità per tutti i figli di Dio,  come era promesso dalla Costituzione americana; un assegno che risultava ancora scoperto, ma si  rifiutava di credere al fallimento della banca della giustizia! 

« Io Sogno che un giorno sulle colline della Georgia, i figli degli ex schiavi e i figli degli ex schiavisti potranno sedere insieme al tavolo della Fratellanza. Sogno che i miei quattro Figli potranno, un giorno, vivere in una Nazione dove non saranno giudicati dal colore della pelle, ma dalle loro capacità. Io Sogno che un giorno, nello Stato dell'Alabama, le bambine e i bambini negri daranno la mano alle bambine e ai bambini bianchi e cammineranno insieme come Fratelli e Sorelle. Liberi finalmente! Grazie a Dio onnipotente, potremo essere finalmente Liberi. »






 Martin Luther King, Apostolo della non-violenza, è stato assassinato il 4 aprile del 1968. Aveva solo trentanove anni. Ai suoi avversari aveva dedicato queste parole: 
« Noi faremo fronte alla vostra capacità di infliggere sofferenze con la nostra capacità di sopportare le sofferenze. Fateci quello che volete e noi continueremo ad amarvi. Metteteci in prigione e noi vi ameremo ancora. Lanciate bombe sulle nostre case e minacciate i nostri figli, e noi vi ameremo ancora. Ma siate sicuri che un giorno vi vinceremo con la nostra capacità di soffrire. »

E Tu  ce  l’hai  un  Sogno? Riesci a vivere per riuscire a realizzarlo? Saresti anche pronto a morire per esso?



Posta un commento