Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

venerdì 23 ottobre 2015

LA SALERNO CHE FU’ ! (50)


Non si riesce più a comprendere la gente intorno a noi! Una volta il corso principale di Salerno era frequentato da un uomo con problemi mentali. 
Si intuiva la sua situazione dal fatto che  parlava in continuazione, arrabbiandosi, come se stesse ragionando con un interlocutore fastidioso che in realtà non c’era. Il poveretto aveva semplicemente problemi mentali, praticamente parlava da solo.                                                                                     Adesso nello stesso corso agiscono nella stessa maniera centinaia di persone. Naturalmente non parlano da soli, hanno l’auricolare e conversano col loro telefonino ad alta voce con altri. A volte, per dimostrare che non sono malati di mente mettono anche il viva voce. 

Sembra che l’essere sempre costantemente impegnati a parlare con qualcuno al telefonino, dia una parvenza di importanza. Come nella storia dell’impiegato che aveva ricevuto una promozione e gli era stato cambiato l’ufficio. 



Adesso si trovava nel suo nuovo ufficio più grande a girarsi i pollici. Quando sentì qualcuno bussare la porta, gli disse prontamente di entrare, ma nello stesso tempo, per darsi importanza, alzò la cornetta del suo telefono e iniziò un’ immaginaria conversazione con qualcuno che lo stava implorando di un favore che lui non poteva assolutamente concedergli essendo tanto impegnato. Continuò per un poco questa presunta conversazione facendo un cenno con la mano alla persona appena entrata di sedersi un attimino.

Quando si degnò di concludere la sua finta telefonata si rivolse al visitatore chiedendo il motivo della sua visita. << Cosa posso fare per lei  >> Chiese? 

E’ finalmente L’uomo poté rispondere: << Niente credo, sono il tecnico dei telefoni. Sono venuto per portare la linea telefonica in questo ufficio! >> 

Per chi ama questo tipo di Argomenti:
http://rideresalerno.blogspot.it/2015/10/la-salerno-che-fu-49.html

Posta un commento