Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

martedì 31 gennaio 2017

GESU’ E L’ADULTERA!


E c’è chi ha il coraggio di criticare i Genitori perché insegnano la Parola di Dio ai figli! Secondo il loro  illuminato pensiero, i genitori dovrebbero preoccuparsi delle cose materiali e della salute del figlio, ma lasciare l’insegnamento religioso alla scuola, alla chiesa o al caso. I risultati di questa modo di pensare sono sotto gli occhi di tutti. 

Cosa sanno i ragazzi di Dio e della Bibbia?  Alcuni anni fa un maestro delle elementari, in provincia di Napoli raccolse in un libro alcuni temi redatti da bambini su temi religiosi. Sicuramente è solo la punta dell’iceberg, ma siamo sicuri che si tratti solo di una minoranza?

…………………………………….



TEMA: GESU’ E L’ADULTERA!

Un giorno Gesù, mentre si aggirava nell'orto degli ulivi, vennero scribi e farisei a trascinargli davanti un'adultera sorpresa mentre adulterava.
Costoro la volevano depilare poiché Mosè, nel Vecchio Testamento, così aveva ordinato di fare.

Gesù però, come vide quegli intriganti, subito gli lesse nel pensiero e, fattosi furbo, pensò:
<< Lo so che mi volete far cadere nel tranello, scribi e farisei che siete! Ma io mica sono un abbonato,  mica sono un minorato? >>



Così si mise a scrivere una parola misteriosa in terra (forse un'offesa a scribi e farisei) e ad alta voce disse: << Chi di voi è senza peccato scagli la prima pietra. >>

Gesù sapeva infatti che, se anche esisteva uno scribo o un fariseo che non aveva fatto un minimo di peccato, nell'istante che lanciava la pietra
peccava di buffoneria  per cui non la poteva lanciare.

Così scribi e farisei alzarono la coda e se ne andarono e restò solo Gesù con l'adultera. E Gesù le disse: << Va' e non peccare più, io ti perdono, va' e non peccare più. >>

…………………………

<< Adultera! >>  L'ho cercato nel vocabolario e non l'ho trovato. Ho trovato: << Adultero! >> 
Ma non so se è la stessa cosa.

Io so moltissime cose sugli atti impuri, ma mi vergogno di dirle alle elementari. Al massimo comincio a dirlo in seconda media.

Posta un commento