Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

lunedì 24 aprile 2017

LA NAPOLI CHE FU’ (11)


Se qualcuno vuole approfondire la sua conoscenza con una lingua nuova, chiamiamola così, Il Dialetto Napoletano ha mille sfumature. Prendiamo in considerazione la parola “TESTA”_

Questa parola nel Dialetto Napoletano diventa:
 “ A’ Capa! “ 

Alcuni usano verso gli altri l’espressione:
“ Tené ‘a Capa fresca! “(Avere la testa fresca, essere senza pensieri.)

Si dice quando qualcuno, invece di interessarsi delle cose serie, si dedica alle frivolezze, ma il termine è soggettivo. Quali sono nella vita le cose serie e quali sono le frivolezze? Le situazioni si prestano a molte interpretazioni.



Oggi, più che nel passato, viene richiesta maggiore partecipazione ai problemi ecologi, la raccolta differenziata per esempio. Se qualcuno prende seriamente queste cose può venire etichettato così:

“Chillo Tené ‘a capa fresca!  (Quell’uomo ha la Testa fresca!)

Significherebbe che non ha cose importanti da pensare. Come se preoccuparsi dei problemi ambientali non sia una cosa seria!

Il termine viene usato in maniera generica e tocca quasi tutti i comportamenti. Una persona fischietta camminando per strada?

" Nun tene' niente a che pensà e quindi tiene: A Capa fresca. "

( Non ha niente di serio da pensare, quindi anche lui: Ha la Testa fresca!)

Per chi ama le storie della napoli che fu:
http://rideresalerno.blogspot.it/2017/03/la-napoli-che-fu-10.html




Posta un commento