Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

venerdì 16 gennaio 2015

MANUALE AUTODIFESA VERBALE(2)


Allora finalmente iniziamo con le strategie di Autodifesa Verbale!

Analizziamo da vicino il meccanismo del litigio.
Qualcuno ci dice qualcosa che al nostro orecchio suona come un’offesa o una critica, una sorta di osservazione villana o di battuta idiota. 
Ci sentiamo offesi. Cosa succede? Scattiamo subito? Rispondiamo per le rime?

Potete riuscire al prossimo attacco verbale, a fermarvi un attimo e cercare di capire cosa sta succedendo? Sì, è sembrato un vero e proprio attacco. Ma lo era davvero? Cos'ha spinto l’altra persona ad usare quelle parole? Perché, lui o lei, ha fatto un’osservazione così cattiva verso di voi?

Esiste una strategia in grado di aiutarvi ad affrontare questa situazione evitandovi arrabbiature e litigi? Le persone che riescono a mantenere buoni contatti con gli altri, come prima strategia usano la:
  “ Controdomanda-Antidoto”.



E’ un modo di fare che vi permetterà di rispondere a un commento offensivo, senza abbassarvi ad assumere un atteggiamento di scontro. Consiste nell'estrapolare dall'infelice osservazione ricevuta, solo le parole che vi hanno colpito, e poi domandarne all'altro, l’esatto significato.

Potremmo quindi dire:

<< Ma tu cosa intendi con…>>

<< Cosa intendi esattamente dicendo…>>

Vi aiuto a capire cosa state facendo!

State dando all'offensore un’ulteriore possibilità. Lo state invitando a chiarire cosa intendeva davvero con quelle sue infelici osservazioni. 

Spesse volte l’altra persona subito riconoscerà di avere detto qualcosa di poco opportuno, e coglierà l’invito che gli avete generosamente offerto di fare un passo indietro.

E voi vi dimostrerete persone sagge e comprensive!

E un primo metodo e da risultati interessanti. Con alcuni andrà certamente bene, con altri non funzionerà. Allora bisognerà provare qualcosa di maggiormente incisivo.
Vedremo cosa al prossimo Post. 

Posta un commento