Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

giovedì 11 dicembre 2014

DEVI ANDARE IN BAGNO!


Addestrare i Figli è una cosa faticosa! E’ vero, chi mai lo metterebbe in dubbio? E poi c’è un altro problema, non ci sono due bambini uguali. Questo significa che se veramente vogliamo aiutare i piccoli a crescere nella maniera più giusta possibile, bisogna diventare dei buoni osservatori. Questo per capire realmente come sono fatti e in che maniera è più probabile aiutarli. Sicuramente ci vorranno tempo e sforzi ma si possono ottenere risultati, al contrario, se non facciamo niente e lasciamo le cose al caso, avremo solo frustrazioni.

.....................................

C’era una Mamma che frequentava una nostra Congregazione col suo piccolo. La Mamma non riusciva a trarre molto beneficio dalle Adunanze, il bambino almeno tre volte, ogni riunione, le chiedeva di andare in bagno. Naturalmente mai prima che l’adunanza iniziasse o dopo che era finita, se ne guardava bene.

Lei non si limitò a chiedersi perché, certo prima cercò di capire se ci fosse qualche problema fisico, qualche situazione seria, ma non trovando risposte dalla medicina tradizionale, decise di essere più attenta alle abitudini del bambino, e così fece una scoperta sorprendente. 

Il piccolo nanerottolo, simpaticamente parlando, nella Sala Del Regno la doveva fare ogni mezz'ora, ma quando si trovava a casa davanti alla TV a guardare i cartoni animati, era capace di sorprendenti imprese. Riusciva a stare anche 7-8 ore senza andare in bagno. Rischiava di esplodere, ma non si spostava dal divano. Che incredibile scoperta! Ecco che la mamma decise di passare al contrattacco. Decise che non l'avrebbe data vinta al lillipuziano, seppure amato, bimbo.



L'Adunanza successiva non attese neanche che il pargolo le chiedesse qualcosa, lo portò in bagno quattro volte, due durante il discorso, e due durante la Torre di Guardia. Il piccolo non credeva a quello che stava accadendo, ormai pensò di averla completamente ammaestrata.

Il giorno dopo però, poco dopo che erano iniziati i cartoni animati, l’affettuosa Mamma, lo prese in braccio e lo portò in bagno chiudendolo dentro per quindici minuti.

<< Non ci devo andare!  >>
<< Ci devi andare, ci devi andare! >> 
Rispose la Mamma!

E la stessa cosa fece 20 minuti dopo!
<< Non voglio andare in bagno, non ne ho bisogno! >>

<< Piccolino, ne hai bisogno, solo che non lo sai ancora! >>

E la cosa si ripeté ad intervalli regolari durante tutta la programmazione animata. E il bambino alla fine capì l’insegnamento. 

.....................................

E così avvenne che nelle settimane successive, la Mamma poté godersi serenamente, senza fastidi, le sue adunanze, e il bambino tranquillamente, senza interruzione, i cartoni animati.

Lo vedi che quando qualcuno vuole risolvere veramente i suoi problemi, e s’impegna per farlo, alla fine ci riesce!

.......................................


Siamo Velocemente arrivati al terzo anno dalla nascita di questo Blog. Così ho pensato di riproporre gli articoli più letti di questo primo triennio.

Grazie per avere seguito e apprezzato.


Tommy Guariglia



Posta un commento