Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

martedì 23 giugno 2015

LA VITA DI CRISTO (28)


Ma oggi nel mondo si parla tanto di Pace! 

In Italia qualche decennio fa fu girato una pellicola:  “Finche c’è guerra, c’è speranza.”.
Il protagonista era il compianto Alberto Sordi.

Per chi non si ricorda la trama, egli impersonava un venditore di armi che girava il mondo con la sua valigetta portatile. Il suo lavoro consisteva nel piazzare la sua merce, ovviamente armamenti di tutti i tipi. La sua famiglia a Roma viveva nel lusso e sperperava, grazie al lavoro sporco del padre. Non s’interessavano minimamente da dove venivano i fiumi di soldi che spendevano. 

Un giorno la televisione nazionale, trasmise un servizio sulle guerre, in cui si parlò del ruolo in esse di questi mercanti della morte, e in questo servizio era ripreso e intervistato anche il protagonista, vale a dire il Sordi. Non pensava che il servizio giornalistico sarebbe stato trasmesso dalla televisione Italiana! 

Quando tornò a Roma, la moglie voleva abbandonarlo, i figli si scagliarono contro di lui per il gran biasimo che si era riversato sulla famiglia. Tutti  avevano capito in che maniera il capofamiglia si guadagnava i suoi soldi. 

E’ memorabile la parte finale del film in cui Sordi raduna la sua famiglia. Lui era disposto a cambiare lavoro, ma tutti avrebbero dovuto ridurre drasticamente il loro tenore di vita: 
“Decidete voi, io vado a letto, se volete che io continuo questo lavoro e voi a vivere nella ricchezza, domani mattina mi venite a svegliare presto, perché devo prendere l’aereo.”



La mattina dopo lo svegliarono e lo mandarono a vendere le armi!

In Italia, ci sono migliaia di famiglie che vivono, con un lavoro legato alla produzione d’armi. Se veramente la gente fosse contro la guerra, non servirebbero quattrocentomila persone a passeggio tra Perugia ed Assisi, basterebbero appena cinquantamila firme. Si potrebbe fare così una proposta di legge per abolire la produzione d’armi in Italia. Il Parlamento non la approverebbe per non mettere tante famiglie sulla strada, ma almeno ci sarebbe stato il tentativo, la dimostrazione che non è tutta ipocrisia, che si è capito il problema. Che si è veramente dalla parte della Pace!

Naturalmente questo è un problema mondiale non solo Italiano. In un recente anno, abbiamo letto che negli Stati Uniti d’America sono stati spesi due miliardi di dollari per iniziative volte a portare la Pace sulla terra abitata, ma ben ventisette miliardi di dollari per la costruzione di nuovi armamenti!

Eppure la differenza fra chi vuole vivere nell'ipocrisia e chi cerca la verità, è così evidente.

Posta un commento