Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

mercoledì 9 marzo 2016

MANUALE AUTODIFESA VERBALE(21)


Avete deciso di rispondere ad un attacco verbale che vi hanno fatto con un proverbio strampalato. Non è importante il proverbio può essere uno che vi ho suggerito io, o un altro che piace a voi, l’importante è che non c’entri niente con le parole offensive che vi sono state dette.

Nel momento in cui dopo che avete risposto col vostro “Proverbio” sentite rispondervi:
 “Cosa vuoi dire?"

Allora capite che la ricerca di un senso logico delle vostre parole da parte del vostro avversario, non ha dato alcun risultato. Il vostro interlocutore sta cercando solo di riportare ordine nel suo cervello. Voi, ovviamente, dovrete essere gentili e impedirgli di farlo. 

Rispondetegli quindi con disinvoltura: 
“Prova a pensare con calma a quello che ti ho voluto dire. Vedrai che prima o poi ci arrivi.”

Oppure, in alternativa potreste dire:
“Anche io ci ho messo un po’ prima di capirlo. Vedrai che ce la farai anche tu.”



Cosa fare, però, se l’altro dopo aver riflettuto a lungo dovesse esclamare felice: “Ci sono! Ho capito cosa hai voluto dire con quel proverbio!”

A questo punto la situazione si fa davvero interessante. Permettetegli di spiegarvi il tutto. Che logica è riuscito a trovare? Divertitevi e prestate attenzione. Come farà a spiegarvi un senso che in realtà non esiste? 
Scoprirlo sarà senz'altro più interessante che guardare la televisione o leggere un libro. Annuite quindi con il capo alle sue parole e fingetevi concentrati.

Una volta che l’altro avrà terminato le sue spiegazioni, potete scegliere: Volete essere misericordiosi e graziarlo? Allora commentate con un semplice: 
“Bravo, Giusto! È proprio così!”

Volete saperne di più su questo Argomento?
http://rideresalerno.blogspot.it/2016/02/manuale-autodifesa-verbale20.html

Posta un commento