Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

giovedì 4 maggio 2017

LA SALERNO CHE FU’ (106)


Nella Salerno che fu esistevano anche:
 “I Fidanzati In Casa”. 

Esistono ancora? Forse gli ultimi esemplari sono scomparsi da tanto tempo.

Riccardo Pazzaglia, qualche decennio fa, trattò estesamente questo argomento in un suo libro, ma già da allora, e stiamo parlando di più di 30 anni fa, si capiva che l’istituzione dei “Fidanzati in casa” era in via di estinzione.

………………………

Pazzaglia aveva questa idea sull'argomento:

Il "Fidanzamento In Casa", che alle volte si prolunga anche per un decennio, ha come funzione principale la lenta raccolta di tutte le notizie per avere un quadro completo della personalità dello sposo e della sposa, prima di stipulare il patto fatale.



La necessità di tale operazione viene riconosciuta dai due innamorati e dalle loro stesse famiglie. Essa è tranquillamente definita, con un’atroce espressione dialettale: "Scanagliarsi i Caratteri!" 

Scanagliare è un verbo terribile, da la misura esatta dell'impegno, dell'astuzia, dei malvagi tranelli, delle perfide controprove che usano le due fazioni, con il risultato di giungere, dopo il decennio chiarificatore, anche a scombinare un matrimonio.

Che quella dei fidanzati in casa sia, comunque, una razza in estinzione e con poco futuro, si capisce dal fatto che quando alcune ragazze, ammaestrate dalle mamme, dopo i primi furtivi incontri, cominciano ad accennare al fidanzatino l’importanza di "Presentarsi in casa", i più diffidenti rispondono subito: 
«La casa ce l'ha la Maruzza» (la Lumaca in dialetto), e dopo questa risposta non si fanno più vedere.

Per chi ama le storie della Salerno che fu:
http://rideresalerno.blogspot.it/2017/04/la-salerno-che-fu-105.html

Posta un commento