Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

martedì 24 aprile 2018

LA VITA DI CRISTO (63)


E’ stato osservato che, se un topolino si rende conto di non riuscire a raggiungere un pezzetto di formaggio chiuso dentro una gabbietta, cerca tutte le strade alternative per arrivare al suo obbiettivo. Alla fine capovolge la gabbietta, la spinge nel vuoto e continua a non arrendersi. 

Invece gli uomini quando hanno difficoltà a fare qualcosa, danno la colpa agli altri. Si è portati sempre ad incolpare qualcun altro o qualcos'altro dei propri errori. 

E alcuni dicono: << E se la colpa fosse di come siamo stati fatti? >>

Certo la colpa è di tutti, anche di Dio, ma mai nostra!


E ci si mettono anche gli scienziati che oggi promettono la possibilità di eliminare le nostre caratteristiche sbagliate o  indesiderate, attraverso l’ingegneria genetica. Il recente successo avuto nel mappare l’intero genoma umano, ha dato un nuovo impulso a tali aspirazioni impossibili. 

Ecco allora che quasi nessuno pensa a cambiare, a migliorare, alla possibilità di comportarsi diversamente, a cercare di evitare quello che la parola di Dio considera sbagliato.

Che ne può pensare Cristo di questi modi di pensare? Circa 2000 anni fa, dopo aver sanato un paralitico, Gesù spiegò chiaramente quale era, e quale rimane anche oggi, il problema più grande dell’essere umano, Gli disse in modo esplicito:

 << Ecco, sei guarito; NON PECCARE PIU'!  >>


Posta un commento