Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

lunedì 12 agosto 2013

RIDERE COMUNQUE

Ci sono dei Napoletani che associano alle loro origini una straordinaria cultura. Essi diventano così maestri di vita. Pensate allo scrittore, regista, attore, ex ingegnere, Luciano De Crescenzo!
 Il creatore del professore Bellavista.
 Un uomo che ha continuato a dispensare allegria e cultura a più generazioni. Mai banale, sempre intelligente e dotato di acume e originalità. Non c’è bisogno di leggere i suoi libri per capirlo, anche se la cosa non potrebbe che essere utile. A volte basta solo ascoltarlo parlare. A un giornalista che gli chiese se alla sua veneranda età gli piacevano ancora le donne, lui rispose:
“Si! Le donne mi piacciono ancora, ma non mi ricordo perché!”
A un altro riferì di essere diventato un uomo di successo per un semplice motivo:  “Io sono un libridinoso!”

E’ innegabile che in Italia ci siano posti meravigliosi. Bellezze naturali che tutto il mondo ci invidia. Queste straordinarie bellezze non si trovano solo al sud dell’Italia. Possiamo pensare ai laghi del settentrione. Il lago di Como, il lago di Garda, il lago Maggiore. Magici paesaggi, posti straordinari! Le meravigliose montagne dell’Alto Adige e del Trentino! Chi abita questi posti vive bene come ambiente, vive bene generalmente anche economicamente. E allora? Queste sono le zone d’Italia in cui ci sono più giovani che si suicidano! Non ho fame, non ho sete, non ho caldo, non ho freddo, non ho sonno, non mi scappa niente = come sono infelice!                                                                                                                                 
Chi si suicida a Napoli? La gente al contrario reagisce ai problemi con l’allegria.  Non è rassegnazione, è saper vivere!

Sembra che durante il regno di Luigi XVI di Francia, sua moglie, la regina Maria Antonietta, abbia chiesto una volta al ministro delle finanze reali: “Signor Ministro, che farete per il deficit?”  E che il ministro abbia risposto: “Niente, Altezza. È troppo grave!”.
Doveva essere di origini Napoletane!

Non e cinismo, è sapere apprezzare la propria esistenza, dare valore alla propria vita. 





Posta un commento