Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

sabato 14 giugno 2014

LA SALERNO CHE FU’ ! (5)


Naturalmente all'epoca la Droga noi non sapevamo neanche che fosse!
Per averne un idea vaga, a Salerno, abbiamo dovuto attendere la fine degli anni 60’. Il massimo della perdizione era la sigaretta! Era il rito di iniziazione all'età adulta. Si pensava che fosse indispensabile fumare. C’è anche da dire che allora, non c’era ancora nessuna pubblicità sfavorevole al fumo, tipo, il fumo nuoce gravemente alla salute o  scheletri sui pacchetti. E’ poi fumavano tutti, almeno gli uomini! Le Donne che fumavano però erano poche. Le femmine hanno iniziato a fumare in massa solo quando sono state sicure del fatto che fumare faceva veramente male…



Ecco il mio rapporto con il fumo! Avevo adocchiato una ragazzina che frequentava la prima media nel mio stesso istituto. Cominciavo a mostrarle interesse cercando tutte le occasioni per farmi notare con la sigaretta, immancabile fra le labbra.                                                                                                            
Premetto che a me non piaceva assolutamente fumare. Mi procurava una sensazione sgradevole e ripugnante. Riuscii a scoprire che questa ragazzina, la domenica pomeriggio, portava il suo fratellino minore sempre allo stesso cinema. 
Al vecchio: “ Apollo “, in zona via Vernieri.
La domenica successiva all'ingresso del cinema c’ero anch'io. Mi andai a sedere dietro di lei, così mi vide all'entrata e alla fine del primo tempo. Alla fine dello spettacolo uscii dietro di lei e mentre tornava a casa la seguivo.  Tra l’ingresso al cinema e il pedinamento avevo fumato dieci sigarette in due ore, il mio massimo storico e record personale. Stava quasi per arrivare a casa sua, quando per la prima ed ultima volta la chiamai per nome. 
Lei si voltò, mi guardò con commiserazione, e mi diede un’ombrellata in testa. Ecco da quel giorno ho capito che fumare faceva veramente male!

Leggi anche:
http://rideresalerno.blogspot.it/2014/06/la-salerno-che-fu-4.html

Posta un commento