Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

sabato 13 settembre 2014

LA SALERNO CHE FU’ ! (11)



Sette persone in due piccole stanzette e con un solo bagno! Più che di un bagno si trattava di una semplice stanzetta di un metro quadro.
C’era solo il Water!

Se  proprio devo mettere a fuoco una cosa particolare che ricordo della casa popolare di fronte ai distinti dello stadio Vestuti, non posso sbagliarmi: Il Bagno! 
Non c’era una finestra, c’era un Oblò! Quale mirabile Architetto Salernitano avrà fatto questo progetto? 

E poi la Carta Igienica…
A quei tempi non esistevano ancora i:
 “ Dieci piani di morbidezza! ”

Ma l’avete vista la carta igienica moderna, sembra tessuta in orientali sete pregiate. Quanti veli volete? Un velo? Due veli? Quattro veli? Cosa volete, una barca a veli? 

Una carta che, almeno per quanto riguarda i quattro veli,  unisce alla vaporosità della fibra la tenacia del più duro acciaio. 

Noi invece avevamo, come tutti del resto, carta di giornale tagliata a quadratini appesa a un chiodo. Da quello che posso ricordare, mio padre, a parte il corriere dello sport, non era un avido lettore di giornali. Per me resta un mistero spiegarmi da dove arrivava tutta la carta che consumavamo in bagno.




A volte si usava allo scopo, la carta con cui era stato avvolto il pane, marroncina e più sottile, poi c’era quella gialla, spessa delle macellerie, (dove noi andavamo raramente. Una volta a settimana ci andavano i danarosi. 

Questa carta gialla, adoperata per impacchettare le salsicce, era spessa, raspava, dicevano, e le si preferiva quella appunto per il pane, più morbida, duttile e allo stesso tempo tenace. 

E vero eravamo in sette, ma quanto pane potevamo comprare? La carta di giornale comunque, anche se abbastanza rara, era sicuramente la preferita, e poteva dare occasione di strabilianti scoperte. Non sapevi mai cosa trovavi appeso al chiodo? Le ultime notizie sulle squadre di calcio? Un articolo scientifico? Potevi anche addormentarti mentre cercavi di combinare qualcosa. 

Da quando si usa regolarmente la carta igienica, tutti a lamentarsi che gli Italiani leggono poco, certo una volta si leggeva di più, almeno in bagno. 

E dicono anche che, oggi i giornali sono in crisi, nessuno li legge più. Per forza, oggi il mondo va a rotoli. E’ tutto un rotolo! 

E poi, non finiscono mai…

Ancora sull'argomento:
http://rideresalerno.blogspot.it/2014/09/la-salerno-che-fu-10.html

Posta un commento