Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

lunedì 29 giugno 2015

LA RICERCA DELLA FELICITA! (26)


La nostra Felicità dipende in primo luogo dalla nostra relazione con noi stessi, ma anche
dall'amicizia e dall'amore che caratterizzano la nostra relazione con altri. 

E’ meglio andare in vacanza da soli o insieme alle persone che amiamo? C’è differenza! Stare insieme a chi è importante per noi, rende le belle esperienze ancora migliori, ma rende anche più facile da sopportare i momenti brutti. Parlare dei nostri problemi con qualcuno che ci sta a cuore, ci fa subito sentire meglio. Quando invece teniamo per noi problemi e preoccupazioni, tendiamo a diventare più ansiosi, depressi e infelici. Finiamo per gonfiare questi problemi al di là delle loro proporzioni reali. Insomma se condividiamo una gioia la moltiplichiamo, se condividiamo un problema lo dimezziamo. 



Quindi facciamo nuove amicizie e coltiviamo legami profondi. Interessiamoci non solo di noi stessi. Accettiamo gli altri per quello che sono. Chiudiamo un occhio sulle manchevolezze, concentriamoci sulle qualità positive, sempre disposti a perdonare. Quando trattiamo bene gli altri, essi tenderanno a fare altrettanto con noi. Trattiamo quelli che incontriamo pensando che forse non li rivedremo più. Come ci comporteremmo nei confronti di nostra moglie e dei nostri figli, se pensassimo che forse non li vedremo più? Li lasceremmo andare via senza abbracciarli e baciarli? Lasciando una lite in sospeso? Senza dire loro quanto sono importanti nella nostra vita?

La stessa cosa possiamo farla con i nostri amici. Rendiamo memorabili i momenti che trascorriamo con loro. E una realtà che a volte persone importanti per noi possono scomparire all'improvviso. Non vogliamo poi pensare con rimpianto a quello che avremmo potuto dire o fare per loro.

La qualità della nostra vita coincide molto con la qualità delle nostre relazioni.  Noi abbiamo bisogno degli altri!

Per chi ama questi argomenti:
http://rideresalerno.blogspot.it/2015/05/la-ricerca-della-felicita-25.html

Posta un commento