Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

venerdì 5 febbraio 2016

LA SALERNO CHE FU (60)


Quante cose esistevano nella Salerno che fu ed oggi non ci sono più!

Ve lo ricordate il lucchetto del telefono?



Era un piccolo cilindro che veniva messo alle ruote del telefono, (quando i telefoni avevano la ruota) per impedire che qualcuno non autorizzato usasse l'apparecchio.

Dopo il primo periodo di sgomento, si passo tutti ad un attento studio del problema e in breve fu trovata una pratica ed efficace soluzione. Bastava svitare la rotellina e comporre i numeri con il disco libero.

……………………….........

E ricordate quando negli autobus c’erano i bigliettai?



Erano omini che stavano in fondo all’autobus. Staccavano il biglietto e si facevano pagare. Vennero dapprima sostituiti da delle macchinette a gettoni con una specie di cancelletto e, poi, dalle prime macchinette obliteratrici. Erano quelli che gridavano quando il mezzo era pieno: 
<< Avanti c’è posto! >>

……………………………..

E quando la Salumiera sotto casa vendeva la cioccolata e il tonno a peso? Poi prendeva il quaderno e segnava il conto. A fine mese passava mamma a pagare. La mia salumiera si chiamava Amalia e, credetemi, sapeva tutto di tutti!

Per altri Post sulla Salerno che fu:
http://rideresalerno.blogspot.it/2016/01/la-salerno-che-fu-59.html

Posta un commento