Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

giovedì 7 dicembre 2017

LA FOLLE CORSA_ (5)


Eppure nonostante le delusioni provocate dalle due guerre mondiali le speranze umane di un futuro migliore non sembravano tramontate. 

Agli inizi degli anni 70  erano queste le previsioni per l’anno 2000’: 
“Grandi successi raggiungeranno gli scienziati nel campo della medicina, si riuscirà a prolungare la vita dell’uomo e a tenere controllati tutti gli organi del corpo per mezzo di varie apparecchiature. Si potrà procedere alle operazioni mediante un bisturi ultrasonico che lavorerà senza tagliare la pelle. Si potrà concentrare il sonno in periodi più brevi per dare modo di rendere di più, l’unica causa di morte saranno  gli incidenti. Nei trasporti voleremo e navigheremo a propulsione atomica, le navi saranno tutte sottomarine evitando ogni disturbo e ogni guaio della navigazione. 


Ognuno di noi potrà ottenere un duplicato di se stessi, secondo il proprio fabbisogno. Scapole, femore e vene avvolti nel cellofan come surgelati. 
Si potrà andare al supermarket per provvedersi di una arteria, di un polmone di plastica. Padri e madri potranno ordinare un figlio poeta, ingegnere. Si troverà  un rimedio definitivo per il cancro. Sarà possibile trasformare i deserti, coltivando microscopiche alghe che  sfameranno la  crescente popolazione”. 

Il 2000 è arrivato, ma non ha portato niente del genere. E poi ci sono gli ottimisti per vocazione. Essi vogliono convincerci che oggi si vive bene, molto meglio che nel passato e che le cose in futuro non possono che migliorare. Il pianeta sta morendo intorno a loro, ma non se ne accorgono.

Come quel  medico che voleva convincere il proprio paziente che era in via di guarigione. In realtà più il tempo passava, più il paziente si sentiva male. Ma il medico ad ogni visita diceva che  le cose stavano migliorando, e che tutto andava bene. E il malato intanto pensava: 
“Se continuo a migliorare così va a finire che muoio!”

Posta un commento