Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

giovedì 18 dicembre 2014

MANUALE AUTODIFESA VERBALE(1)


Combattere e litigare con gli altri, non è la cosa più furba da fare. Ogni battaglia che intraprendete, infatti, comporterà effetti collaterali soprattutto per voi. Ne è un esempio lo stress che si genera nel vostro corpo. Il cortisolo, detto appunto: 
“Ormone dello Stress”, nuoce a tutto il vostro organismo. Attacca il cuore e la circolazione, disturba la digestione, rende fiacchi, vecchi e infelici. Secondo l’Organizzazione Mondiale per la Sanità, stress e cortisolo sono i killer numero uno nei paesi industrializzati. 

Litigare provoca stress. E questo stress vi farà male. Non importa quanto riusciate a imporvi sull’avversario, il vostro corpo e la vostra psiche ne soffriranno comunque. 

Dimenticatevi allora della mazza da baseball, e del cric della vostra auto, sono immagini suggestive, ma non sono utili per risolvere i nostri problemi.



Lo scontro non è mai la migliore delle soluzioni. Non è quella più evoluta, non è la più vantaggiosa per noi.

Analizziamo da vicino il meccanismo del litigio.
Qualcuno ci dice qualcosa che al nostro orecchio suona come un’offesa o una critica, una sorta di osservazione villana o di battuta idiota. Ed ecco che, senza doverci pensare molto, nella nostra mente parte un razzo più veloce della luce.
Ci basta sentire poche parole e... Zac! Ci sentiamo offesi. Accade ancor più in fretta della partenza di un razzo, perché non c’è alcun conto alla rovescia. Nella nostra testa non si conta da dieci a zero.
Nel giro di un attimo i propulsori si accendono e un momento dopo eccoci circolare nell'orbita dell' offesa e delle indignazioni.

Con le strategie che vi suggerirò, non vi sentirete più offesi o attaccati, ma apprenderete l’arte di lasciare andare. Questa Autodifesa Verbale vi porterà a non abbassarvi al livello dell’interlocutore, risparmiandovi così un’inutile lotta nel fango con l’avversario.

Ancora un poco di pazienza, vi rimando al prossimo post sull’argomento!


Posta un commento