Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

venerdì 26 giugno 2015

LA SALERNO CHE FU’ ! (41)


A tutti piacciono le sorprese! Ecco perché nel 1875 un’azienda dolciaria Inglese, ancora oggi esistente, la Cadbury, pensò di creare il primo uovo di cioccolato vuoto, con all'interno una sorpresa.

La tradizione continua. Alcuni dicono che non è Pasqua senza uova di cioccolato con sorpresa, ma, attenzione, la Guardia di Finanza, anche quest’anno, ha sequestrato migliaia di uova di cioccolato contenenti giocattoli sui quali non erano riportate le avvertenze e le indicazioni di sicurezza.

Un ricordo passato della mia Salerno che fu, è legato proprio ad un enorme uovo di pasqua. Mio padre aveva comprato, prima delle feste pasquali, un biglietto con un numero legato ad un estrazione premio. Il premio era proprio questo enorme uovo di cioccolato. E la sorte volle che il vincitore fosse mio padre. Così l’uovo arrivò nella nostra abitazione in zona Vestuti.


Noi ragazzi non pensavamo tanto al cioccolato, la nostra domanda era:
“ In un uovo di cioccolato gigante che regalo ci può stare? “

Pensavamo: Grande uovo, grande regalo!
Non vedevamo l’ora di rompere finalmente quel colosso e scoprire l’arcano, intanto la nostra immaginazione galoppava…


Mio padre pensò di fare le cose in grande, invitò più familiari possibili a casa nostra per una cena, solo alla fine si sarebbe aperto l’uovo. Passarono circa tre giorni in cui ci fu tassativamente proibito di avvicinarci all'enorme sarcofago.

Finalmente arrivò il giorno e l’ora, e io  scoprii una cosa che oggi, a motivo dell’età e dell’esperienza mi appare ovvia: I regali più preziosi non sono negli involucri grandi, ma in quelli piccoli. 

L’elefante partorì un semplice topolino. Il regalo riguardava alcuni semplici oggetti di cartoleria, penne, carta, gomme, matite… 

La delusione fu grande. Ma nella vita bisogna crescere e imparare. Anche l’uovo di pasqua gigante è servito a qualcosa!


Posta un commento